Mauro Grossi: “Negli ultimi 5 anni siamo stati le sentinelle di Fermignano”

Mauro Grossi: “Negli ultimi 5 anni siamo stati le sentinelle di Fermignano”

Mauro Grossi: “Negli ultimi 5 anni siamo stati le sentinelle di Fermignano”

Il programma del Movimento 5 Stelle, secondo il candidato sindaco, è il frutto delle battaglie portate avanti a difesa dell’interesse collettivo nonché di sorveglianza attiva sull’operato del Comune

GrossiMauro Grossi di M5SFERMIGNANO – <Il nostro programma – sottolinea il candidato sindaco Mauro Grossi di M5S di Fermignano – è il frutto del lavoro svolto in questi 5 anni di battaglie portate avanti a difesa dell’interesse collettivo nonché di sorveglianza attiva sull’operato del Comune. La nostra linea politica – insiste Mauro Grossi – ci spinge verso la salvaguardia dell’ambiente, la comunicazione e la ripresa del senso di comunità, la collaborazione stretta fra cittadini, associazioni ed amministrazione, verso un incentivo all’utilizzo degli strumenti di democrazia diretta, partecipazione e trasparenza. Le vane promesse non ci interessano e l’assicurare ai cittadini grandi opere è una strada politica vecchia che non vogliamo assolutamente intraprendere>.

Per la realizzazione? <Per realizzare il nostro programma occorre la collaborazione di tutti: solo così il cambiamento mentale e culturale si potrà concretizzare insieme. La nostra idea di democrazia – dichiara Grossi – non si limita ad una consultazione elettorale ogni 5 anni: i cittadini devono innamorarsi di nuovo del proprio paese e diventarne una parte attiva. Tra le tante proposte abbiamo pensato al Bilancio Partecipativo: uno strumento che mette in mano ai cittadini la possibilità di decidere direttamente dove destinare dei fondi. Amministrazione e cittadini condivideranno la responsabilità e l’onore della buona gestione del Comune. Fermignano – prospetta il candidato pentastellato – può diventare un esempio per tutti i Comuni italiani di come la cura dell’ambiente si traduca direttamente in una migliore qualità della vita. L’ex campo sportivo e Ca’ Paino sono spazi verdi che vanno valorizzati e per questo motivo ne abbiamo per fermato immediatamente i progetti di cementificazione. Inoltre non accettiamo più di essere il fanalino di coda nella raccolta differenziata: da ultimi della classe vogliamo arrivare tra i migliori>.

Fermignano “Città dormitorio”? <Le numerose associazioni cittadine sono la dimostrazione di quanto ci sia volontà di rendere questa città più vivace ed attraente. Perciò metteremo in risalto l’attività di queste associazioni creando relazioni tra le associazioni stesse e l’amministrazione; daremo fiducia e chiederemo responsabilità a queste persone volenterose che, se lasciate libere di agire, ridaranno colore a Fermignano>. Nell’ultimo decennio la scarsa attenzione data alla cultura? <Serve un cambio netto! Alle altre occasioni di festa nel nostro paese accosteremo eventi culturali, favoriremo la nascita di nuove associazioni e spazi adeguati.

Vogliamo inoltre istituire un Premio Bramante per attrarre ogni anno studenti ed artisti nella nostra città. Abbiamo progetti ambiziosi per valorizzare la biblioteca di Fermignano e non vediamo l’ora di metterli in atto! La Comunità Europea è nata per far fiorire eccellenze in tutto il vecchio continente tramite il finanziamento di progetti di sviluppo ed ammodernamento: doteremo Fermignano di una figura competente addetta ad attrarre le numerose opportunità che l’Europa ci offre. La formazione di questa figura interna avrà ricadute estremamente positive negli anni a venire, a prescindere da chi amministrerà la città in futuro. Tramite l’individuazione di fondi europei sarà possibile riassestare i numerosi angoli fatiscenti che purtroppo imbruttiscono la nostra città e trasformarli in nuove opportunità di sviluppo sociale ed economico>. (eg)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: