Unica con tre volti nuovi: Samuele Mancini, Rosita Portavia, Luisa Cecarini

Unica con tre volti nuovi: Samuele Mancini, Rosita Portavia, Luisa Cecarini

Tre giovani candidati consiglieri alla prima esperienza. Unità, integrazione, pari opportunità nella campagna elettorale di Mondolfo

Unica con tre volti nuovi: Samuele Mancini, Rosita Portavia, Luisa Cecarini

MONDOLFO – Unica nasce per aprire una nuova collaborazione di governo  tra forze giovani ed amministratori di esperienza,  capaci di interpretare le vere esigenze del territorio e assicurare un passaggio di consegne necessario per migliorare la nostra comunità.

Samuele Mancini, Rosita Portavia e Luisa Cecarini, tre giovani candidati consiglieri,  si presentano  in vista della loro prima esperienza  elettorale.

Samuele Mancini: ha trentaquattro anni e da sempre vive in questa comunità che ama e considera UNICA.  Dopo una formazione giuridica, con laurea in giurisprudenza ad indirizzo europeo, scuola di professioni legali e pratica professionale, nell’ultimo biennio ha affiancato il Sindaco PIETRO CAVALLO collaborando con il suo ufficio come segretario. In tale periodo ha indirizzato la sua formazione verso quella che è la sua vera passione, la gestione e l’innovazione della Pubblica amministrazione, attraverso la frequentazione di un master specifico presso l’Università di Macerata.

Essendo stato membro attivo del Comitato Pro Marotta Unita, a seguito del risultato storico dell’unificazione di Marotta, ha deciso di candidarsi a consigliere comunale perché crede fermamente che questo territorio  debba essere considerato come un’ UNICA CITTA’ e pertanto amministrato  senza nessuna divisione territoriale e sociale dettata da inutili campanilismi, che per troppi anni hanno diviso e penalizzato questo Comune.

Da anni si impegna concretamente per la città organizzando significativi eventi (Notti Bianche e Rosa) in collaborazione con l’amministrazione e gli operatori del settore turistico e promuovendo con entusiasmo l’associazionismo giovanile (è socio fondatore e membro del direttivo della società sportiva SPES ARCOBALENO CALCIO).

“Desidero impegnarmi attivamente nel percorso di SVILUPPO PIENO ed UNIONE EFFETTIVA di questa comunità, individuando OBIETTIVI COMUNI e NUOVE PROSPETTIVE per l’espressione delle molteplici potenzialità del territorio, nella convinzione che  Il modo migliore per fare una cosa è farla!”

Rosita Portavia: quaranta anni, analista contabile, impiegata presso un’azienda dell’entroterra fanese , impegnata nell’associazionismo  e nella scuola come rappresentante dei genitori. Ha vissuto in prima persona il passaggio di Marotta “ex Fano” al comune di Mondolfo, raccogliendo il testimone del padre da sempre partecipe alle iniziative del Comitato Pro Marotta Unita.

Si è candidata con la lista UNICA poiché profondamente delusa dallo stato in cui il Comune di Fano ha lasciato il quartiere in cui risiede. Intende battersi per migliorare la vivibilità e l’integrazione dei territori annessi  al Comune di Mondolfo, in particolare affronterà le questioni legate al disagio degli allagamenti, della mancanza di marciapiedi, della  carenza di  parcheggi presso la scuola Faa di Bruno.

“Se sarò eletta mi impegnerò  fortemente a favorire la comunicazione con la comunità, poiché per portare delle soluzioni efficaci la disponibilità va coniugata con degli impegni precisi che i futuri consiglieri prenderanno con i cittadini”.

Luisa Cecarini: Ha 39 anni è diventata marottese per amore e oggi mette le sue capacità al servizio di questo splendido territorio. Laureata, con il massimo dei voti, in Lettere alla Sapienza di Roma ha fatto esperienze di studio e lavoro in diverse città in Italia e all’estero. Ha una solida conoscenza del funzionamento degli enti locali poiché lavora da anni nel settore cultura, in diversi comuni, e collabora a programmi regionali di promozione sociale, contrasto alle discriminazioni e per la parità di genere. Si occupa di progettazione con fondi europei nel settore sociale.

“Mi candido poiché credo fermamente che non ci sia vera democrazia senza una partecipazione diretta delle donne in politica e nelle istituzioni. Il mio impegno nasce da questa presa di coscienza e dal desiderio di contribuire in maniera concreta affinché si realizzi una vera uguaglianza.”

Concludono i tre candidati:”da giovani cittadini riteniamo che la futura amministrazione debba mettere al centro ogni singolo cittadino, dimostrandosi capace di ascoltare e capire le esigenze della persona con l’attenzione necessaria al dialogo costruttivo”

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it