Peppe Frana e Francesco Savoretti in concerto alla Fornace di Moie

Peppe Frana e Francesco Savoretti in concerto alla Fornace di Moie

Appuntamento domenica, alle ore 21. Entrambi vantano prestigiose collaborazioni artistiche e didattiche. Upwelling è quindi un’esplorazione del background musicale profondo dei due, che riemerge mescolandosi con le sonorità e gli strumenti che connotano la presente attività artistica

Peppe Frana e Francesco Savoretti in concerto alla Fornace di Moie MOIE – Continuano gli incontri musicali al centro culturale “eFFeMMe23” La Fornace di Moie. Domenica 15 maggio, alle ore 21, si terrà il concerto dal titolo “Upwelling”. Sarà un viaggio nella musica del nuovo disco e un’immersione nel background musicale più profondo di Peppe Frana (oud) e Francesco Savoretti (percussioni), costituito da influenze rock e progressive, con un’attenzione verso le libere dinamiche improvvisative care al linguaggio jazzistico, insieme a sonorità e stilemi delle tradizioni modali extraeuropee.

Il nuovo lavoro di Savoretti e Frana prende il titolo dall’upwelling, o risalita delle acque profonde: un fenomeno oceanografico che coinvolge il movimento, provocato dal vento, di grandi masse di acqua fredda, densa e generalmente ricca di nutrienti, che risalgono verso la superficie dove vanno a rimpiazzare l’acqua più calda. Così è la musica di questo disco. Dopo la presentazione a Genova e al Festival delle Tradizioni di Vicenza, ecco il tour nella regione Marche.

Peppe Frana, di formazione chitarrista elettrico, ha approfondito la pratica di vari cordofoni a plettro mediorientali e centrasiatici. Savoretti, un tempo batterista, è oggi un affermato percussionista in ambito world-jazz e un virtuoso dei tamburi a cornice di tradizione mediorientale e Italiana.

Entrambi vantano prestigiose collaborazioni artistiche e didattiche. Upwelling è quindi un’esplorazione del background musicale “profondo” dei due, che riemerge mescolandosi con le sonorità e gli strumenti che connotano la presente attività artistica. Peppe Frana suona l’Ud turco (“Oud” si riferisce alla versione araba), un liuto a manico corto non tastato, strumento principe della tradizione musicale araba presente anche in Turchia e Iran, progenitore del liuto eurocolto. Francesco Savoretti suona uno speciale “Kit” concepito appositamente per questo progetto musicale, che riorganizza in una forma “batteristica” vari tamburi a cornice, piatti e metallofoni. Si esibisce inoltre alla darbuka, al riqq e all’adufe, il taburo quadrato galiziano, che si può ascoltare nell’incipit della traccia di apertura.

Il disco è stato registrato, mixato e masterizzato da Andrea Felli presso il Farmhouse Studio di Rimini. È pubblicato da Acanto World, di cui lo stesso Andrea Felli è direttore artistico. Il maggio in musica al centro culturale “eFFeMMe23” biblioteca La Fornace proseguirà sabato 28 maggio, alle ore 21, con il concerto “Piano Mirroring”.

Il pianista e compositore Alessandro Sironi, attraverso composizioni nate al momento e un uso empatico della musica, trasformerà i volontari partecipanti in partiture umane che l’artista interpreterà al momento, dando suono all’interiorità di ognuno. Infine, domenica 29 maggio, alle ore 16, nella Sala Joyce Lussu, si terrà l’incontro dal titolo “Piano Mirroring: Guarire con la musica”, perché “guarire non significa soltanto sconfiggere una malattia – spiega Alessandro Sironi, che terrà la conferenza – ma consegnare alla persona una visione armonica di se stessa e della realtà”.

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: