Lista Marotta, Caprini: “E’ giusto essere ambiziosi, ma ci vogliono rispetto e umiltà”

Lista Marotta, Caprini: “E’ giusto essere ambiziosi, ma ci vogliono rispetto e umiltà”

Lista Marotta, Caprini: “E’ giusto essere ambiziosi, ma ci vogliono rispetto e umiltà”

L’imprenditrice spiega i progetti che ha in mente per lo sviluppo della sua città

Lista Marotta, Caprini: “E’ giusto essere ambiziosi, ma ci vogliono rispetto e umiltà”

MAROTTA – Emilia Caprini, imprenditrice locale nel settore della pesca, candidata della Lista Marotta, si racconta e spiega i progetti che ha in mente per la città.

“Ho iniziato l’attività di imprenditrice 15 anni fa, con tanto entusiasmo, un pizzico di audacia ed orgoglio personale. All’inizio era tutto bello e facile, ma più proseguiva la mia avventura e più i nodi venivano al pettine. Tra le difficoltà degli anni di rodaggio, gli ostacoli dei primi investimenti e le complicanze derivate dalla crisi, oggi la mia impresa è ancora in piedi e funziona.

Come me, gli altri candidati della Lista Marotta sono artigiani, professionisti, che non hanno bisogno di correre per una poltrona, ma che si sono messi in gioco per apportare  miglioramenti a questo territorio, sempre più in degrado.

Un gruppo coeso, dove i giovani apportano le innovazioni tecnologiche e i più maturi l’esperienza di vita.

Riconosco che non ho pratica in campo politico, ma a 45 anni porto la mia maturità e abilità, dettate dal mio percorso personale e professionale, consapevole che avere un consiglio da persone con più esperienza di me sia fondamentale.

E’ giusto nella vita essere ambiziosi, ma ci vogliono sempre rispetto e umiltà.

Uniti si possono avere molti successi; per combattere la precaria situazione del nostro paese bisogna partire dalle piccole realtà come i comuni: è per questo che vorrei proporre iniziative che riguardano il tema della cura del territorio e il benessere della collettività.

In particolare mi adopererò per vedere realizzati due progetti, che rendono il cittadino attivo e protagonista.
Il primo prevede la formazione di un’associazione di volontariato per la manutenzione dei parchi, aiuole e spiaggia, eliminando i costi di gestione delle imprese appaltatrici, supportando il personale pubblico spesso carente, con giovamento sulla pulizia del territorio e sul bilancio (con un’eventuale riduzione sulle tasse pagate dai cittadini).

Il secondo invece è quello del baratto amministrativo, che riguarda il regolamento approvato  dal decreto Sblocca Italia che dà la possibilità ai cittadini in difficoltà e quindi morosi nei confronti dell’amministrazione, di mettersi a disposizione per eseguire lavori socialmente utili. Questa è sicuramente una soluzione intelligente per combattere la crisi, senza far sentire nessun cittadino di serie b.

Tra le mie passioni c’è quella per gli animali, in particolare per il mio cane. Mi piacerebbe prodigarmi affinché uno dei tanti parchi che ci sono in questo territorio fosse messo a disposizione per un’area cani.

Voglio contribuire a creare una cultura civica, un coinvolgimento attivo nella tutela del territorio, una maggiore aderenza ad esso e volontà di tutelarlo”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: