L’entusiasmo di Bonita Cleri per rilanciare Fermignano

L’entusiasmo e la passione di Bonita Cleri per rilanciare Fermignano

Con la sua Piazza Aperta è e sarà dalla parte dei cittadini. L’ex vice presidente del Consiglio regionale replica ai detrattori sul tanto vituperato vitalizio: “Il mio è di 1.400 euro lordi, mentre mi sono stati riconosciuti dalla fantasia di qualcuno, evidentemente ciarlatano, fino 8.000 euro al mese”

L’entusiasmo di Bonita Cleri per rilanciare Fermignano to da Bonita Cleri al sindaco Giorgio Cancellieri.JP

FERMIGNANO – Bonita Cleri, capolista per “Piazza Aperta” nelle contigue amministrative della prima domenica di giugno, sovrappone il cedolino del suo tanto vituperato vitalizio (è stata vice presidente del Consiglio regionale e ha acquisito questo diritto dopo aver preso parte alla legislatura) in un piatto d’argento e lo serve all’ancora attuale primo cittadino della città, Giorgio Cancellieri, il quale andava dicendo in giro che <la rendita della Cleri, servita in un piatto d’argento agli avversari della neonata lista trasversale Piazza Aperta, era da considerarsi un vantaggio non indifferente>. Alla vigilia del suo saluto ai concittadini dopo due consecutive legislature, il sarcasmo e i veleni della campagna elettorale, appena partita ufficialmente in riva al Metauro, non potevano avere  deflagrazione più visibile.

<Io – ha dichiarato Bonita Cleri – non ho truffato nessuno. Ho sempre lavorato sodo. In ogni dove è stata riconosciuta la mia passione, la mia professionalità e la mia competenza. Ci sono leggi che ti riconoscono assegni. Il mio è di 1.400 euro lordi. Mi sono stati riconosciuti dalla fantasia di qualcuno, evidentemente ciarlatano, fino 8.000 euro al mese di vitalizio. Finora, gli antagonisti, sono arrivati a queste cifre. Potrebbero, con l’inventiva galoppante, chissà, ancora surclassare certe somme. A questo punto l’ho reso pubblico perché non si continui a giocare con la guerra delle cifre. L’ho regalato, assieme al piatto d’argento, al mio estimatore (Giorgio Cancellieri ndr), si fa per dire!, che non perdeva un minuto per additarmi il grave peccato del vitalizio. Ma non è il solo visto che qualcuno non sa nemmeno guardare a casa propria. Ora, spero, che il cedolino lo si legga e ci si renda conto di quello che è e non di quello cui ci si riempie la bocca>.

Detto questo ‘Piazza Aperta’? <E’ nata dalla passione e dal desiderio di dedicare il nostro impegno alla città fuori dagli schieramenti partitici. Ci definiamo ‘cittadini come te’. Ho accettato con entusiasmo l’esserne il candidato sindaco di questa realtà perché ne condivido idee, progetti e partecipazione. Tutto il resto degli avversari di turno è solo marciume di bassa lega. Rinuncio alla retribuzione di sindaco che sarà rigirata alla comunità e, vista la pensione in arrivo, darò il 100% della mia disponibilità ed esperienza, e questa non è una colpa, alla guida del paese”. (eg)

Nella foto: il regalo del piatto d’argento, con il cedolino del vitalizio annesso, fatto da Bonita Cleri al sindaco Giorgio Cancellieri

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: