Inaugurata ad Urbino la mostra dedicata al gruppo scultoreo “Le pettegole”

Inaugurata ad Urbino la mostra dedicata al gruppo scultoreo “Le pettegole”

La professoressa Adele Cappelli, docente dell’Accademia di Belle Arti, ha parlato del particolare settore della scultura realizzata in terracotta e in ceramica

Inaugurata ad Urbino la mostra dedicata al gruppo scultoreo “Le pettegole”

URBINO – L’associazione “Fedora” di Urbino prosegue con il suo fitto programma di appuntamenti, a ingresso libero, dedicati all’arte, alla cultura e alla contemporaneità. Allo Studio Mjras (in via Tomassini 7A, vicino al Punto Verde), è stata inaugurata la mostra dedicata al gruppo scultoreo “Le pettegole” di Ilario Fioravanti (Cesena, 1922 – 2012), realizzato nel 2002 e proveniente dalla collezione di Giusto Gostoli, imprenditore di Fermignano.

“L’opera – è scritto nella presentazione – oltre a raccontare la forza inventiva dell’artista crea l’occasione per approfondire il rapporto tra dialogo e pettegolezzo. La serata, infatti, ha permesso di conoscere un’opera da collezione privata e di incontrare il collezionista che racconterà il suo modo di scegliere le opere d’arte, determinato più della personalità dell’artista che dal puro investimento economico”. A dare il via alla mostra è stata la professoressa Adele Cappelli, docente dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, che ha parlato del particolare settore della scultura realizzata in terracotta e in ceramica. Scrive Fioravanti: “La scultura è un volume sottratto allo spazio con una sua autonomia e una sua forza espressiva, non deve mai esaurirsi in un blocco di materiale inerte, la fissità della materia da cui è plasmata o scolpita deve coincidere con il movimento delle emozioni che ne sottendono la creazione, una scultura che non suscita commozione è solo accumulo di materia”. Giovedì 26 maggio, alle 21.00, a chiusura della mostra, l’intervento “Il pettegolezzo. Pensieri spettinati” da parte di Angela Giallongo, docente presso l’Università di Urbino, sulla struttura narrativa del pettegolezzo: se le favole iniziano con “C’era una volta”, il pettegolezzo di solito esordisce con “Ma, lo sapevi?” Gli eventi proposti da “Fedora” godono del patrocinio del Comune di Urbino, dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e del Consiglio regionale della Marche: l’associazione offre alla città un luogo e dei momenti di incontro per un nuovo modello di divulgazione culturale e grazie alla presenza di numerosi ospiti, permette di godere di studi, indagini, ricerche di alto profilo universitario e professionale in forma di piacevoli conversazioni.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero e si svolgono allo Studio Mjras, in via Tomassini n° 7 A (di fianco al Punto Verde), vicino al Centro Commerciale Santa Lucia. Si ringraziano: BCC Metauro, Benelli, Bernardini Auto, Della Chiara, Elcom luce, Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, Giorgi Ufficio, Giusto Gostoli, Italfondini, Midor, Pedini, Romagnoli Arredi. Contatti: Lara Ottaviani 338 6697782, mail lara.ottaviani@libero.it, Silvia Cuppini 335 5439462, mail s.cuppini@virgilio.it (eg)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it