Con la Festa della musica Senigallia si trasforma in un grande palcoscenico

Con la Festa della musica Senigallia si trasforma in un grande palcoscenico

Ma nella città di tutti, questa volta, non tutto è proprio chiaro. Gli appuntamenti sono comunque previsti dal 18 al 21 giugno

Con la Festa della musica Senigallia si trasforma in un grande palcoscenico Con la Festa della musica Senigallia si trasforma in un grande palcoscenico

SENIGALLIA – Nella “città di tutti” le occasioni per polemizzare, da parte di tutti, ovviamente, non mancano. Ormai ogni occasione è buona. Ad esempio, la Festa della musica, quest’anno, si farà? I dubbi permangono, anche se l’Amministrazione comunale si è precipitata a far sapere che, per l’occasione, arriverà direttamente da Londra il gruppo dei New Street Adventure.

Ma veniamo ai fatti che fomentano dubbi e polemiche.

“È con grande rammarico – fa sapere lo Staff della Festa della Musica Europea di Senigallia – che vi comunichiamo che quest’anno, dopo 15 edizioni, la Festa della Musica di Senigallia non è stata confermata. Purtroppo, nostro malgrado, non siamo riusciti a trovare un accordo con il Comune di Senigallia che soddisfi entrambe le parti e che soprattutto ci garantisca un’adeguata e seria organizzazione dell’evento. Quest’anno era un anno speciale: il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ha deciso di dare un forte segnale per la promozione di una delle Feste più affascinanti che la cultura possa offrire. È stata fatta una conferenza stampa presieduta dal Ministro stesso e realizzato uno spot televisivo nazionale per la sua promozione.

“Tutto questo non è bastato – si legge nel documento dello Staff – per fare quel piccolo sforzo in più che avrebbe potuto garantire, a noi e voi, una città in “Festa di Musica”. Ringraziamo tutti coloro che hanno creduto in questo progetto e ci hanno supportato in questi lunghi 15 anni. Un ringraziamento speciale va alle migliaia di artisti e musicisti che ci hanno contattato e si sono esibiti in questi anni, al pubblico e a chi, con un semplice gesto, ha contribuito a questo evento.

“Non vogliamo vederlo come un addio – si legge sempre nel documento dello Staff della Festa della Musica Europea di Senigallia – ma come un arrivederci al prossimo anno. Magari più forti e più “rumorosi” di prima”.

Poi, inaspettatamente, a poche ore di distanza, l’Amministrazione comunale controreplica con un altro documento. “Sarà ancora una volta la musica – si afferma dal Palazzo municipale – a salutare a Senigallia l’arrivo dell’estate. La Festa della Musica, la grande manifestazione popolare gratuita che si tiene in tante città europee da 34 anni in coincidenza con il solstizio d’estate, verrà anche quest’anno infatti celebrata a Senigallia. Dal 18 al 21 giugno la città si trasformerà in un meraviglioso palcoscenico all’aperto nel quale si alterneranno  artisti, gruppi amatoriali, appassionati che si esibiranno nei vari generi musicali: dal repertorio più classico, al jazz, rock, pop.

“La manifestazione – si legge sempre nel documento diffuso dall’Amministrazione comunale – è promossa dal Comune di Senigallia, in collaborazione con Consulta per la Cultura – Settore Musica, Scuola di Musica Bettino Padovano, Scuola di Musica Musikè, Associazione  Casa della Grancetta.

“La formula artistica prevede a partire dal 18 giugno una serie di appuntamenti musicali che culmineranno il 21 giorno con un’intera giornata dedicata ai concerti nei vari angoli della città. Molti i luoghi teatro delle esibizioni musicali: Foro Annonario, Rocca Roveresca, Cortile della Biblioteca, Piazza Roma, Piazza Saffi, Piazza del Duca, Via Carducci, Auditorium San Rocco, Auditorium Chiesa dei Cancelli, CAG Bubamara”.

Ed alla fine la stessa Amministrazione comunale fa sapere che “Special guest direttamente da Londa il gruppo New Street Adventure. Il programma completo verrà presentato nel corso di una conferenza stampa programmata per i prossimi giorni”.

E’ proprio il caso di dire che, ormai, nella città di tutti può accadere proprio di tutto. Ed ovviamente anche il contrario.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it