A Senigallia la commemorazione del 24 Maggio 1915

A Senigallia la commemorazione del 24 Maggio 1915

Appuntamento martedì, alle 21, nella pasticceria Mindol con letture di brani, racconti e foto di 100 anni fa insieme al dottor Donato Mori, autore del libro d’argomento storico e artistico

A Senigallia la commemorazione del 24 Maggio 1915

SENIGALLIA – Martedì 24 maggio alle 21, nella pasticceria Mindol a Senigallia (V.le Leopardi 121) verrà commemorata una data importante per la storia della città con letture di brani, racconti e foto di 100 anni fa insieme al dott. Donato Mori, autore del libro d’argomento storico e artistico “Memorie del 24 Maggio 1915 a Senigallia”.

Il testo, frutto di un’accurata ricerca pluriennale, si apre con il racconto dettagliato del bombardamento austriaco della città che provocò 21 vittime e numerosi danni, testimoniati da foto e racconti d’epoca, poi fa parlare una cronaca inedita di quel giorno, redatta dal medico Giambattista Ricci, che prestò soccorso ai primi feriti, scoperta casualmente 100 anni dopo proprio come voleva l’autore e qui trascritta integralmente; infine, descrive dettagliatamente la storia e la simbologia del sepolcro monumentale dei 12 caduti del 135° Battaglione di Milizia Territoriale, colpiti su un treno in transito durante il bombardamento: un’importante opera d’arte dello scultore Pietro Seravalli di Gemona del Friuli, ideata pochi giorni dopo la strage e inaugurata nel cimitero senigalliese il 24 Maggio 1916, che si può considerare, pertanto, uno dei primissimi sacrari eretti in Italia per i caduti della prima guerra mondiale.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it