Uno spettacolo per ricordare Carlo Urbani

Uno spettacolo per ricordare Carlo Urbani

Domenica a Maiolati Spontini “Oh Dio mio!” concluderà le iniziative in ricordo del medico eroe di Castelplanio. L’incasso sarà interamente devoluto a favore dell’Aicu onlus

Uno spettacolo per ricordare Carlo Urbani

MAIOLATI SPONTINI – Domenica 3 aprile, alle ore 17, in occasione delle iniziative in ricordo di Carlo Urbani, organizzate per il 13^ anniversario della scomparsa del medico marchigiano, andrà in scena, presso il Teatro G. Spontini di Maiolati Spontini, lo spettacolo “Oh Dio mio!” di Anat Gov.

L’incasso sarà interamente devoluto a favore dell’Associazione Italiana Carlo Urbani Onlus che persegue obiettivi di aiuto sanitario e formazione nei paesi dove operava lo stesso Carlo Urbani.

L’originale spettacolo, venato di sagace umorismo, passa per un improbabile dialogo tra una psicologa e Dio in un susseguirsi di battute che avvicinano il divino alle debolezze umane di tutti i tempi, tra aspettative andate deluse, da parte del primo, e irraggiungibile purezza da parte dei secondi. La trama si basa proprio su un sottile e divertente gioco psicologico che tende a rovesciare i piani e a far vivere a parti invertite i rispettivi ruoli.

Lo spettacolo, che ha il patrocinio del Comune di Maiolati Spontini ed è rappresentato dalla compagnia teatrale Claet aderente al circuito Fita Marche, concluderà le iniziative in ricordo dell’eroe di Castelplanio che donò la sua vita per contrastare, bloccandola, la possibile pandemia di Sars, rimanendone purtroppo vittima, il 29 marzo del 2003.

Dallo stesso anno l’Associazione Italiana Carlo Urbani Onlus opera in suo nome raccogliendo fondi e sostenendo progetti internazionali per proseguire la sua più importante battaglia: rendere possibile alle fasce di popolazione svantaggiate, a volte quasi completamente dimenticate, l’accesso alla salute.

Lo scopo delle iniziative Aicu Onlus è diffondere sempre più, anche al di là dei Paesi dove Urbani operava come Medico senza frontiere, i suoi valori e il suo lascito morale anche tra gli abitanti della sua regione, trasferendoli e condividendoli in particolare tra  i giovani.

Nella foto: il dottor Carlo Urbani, il medio eroe di Castelplanio

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it