Il “gioco” della Democrazia al liceo Medi di Senigallia

Il “gioco” della Democrazia al liceo Medi di Senigallia

OpenMunicipio porta a scuola una seduta di Consiglio comunale con il “Progetto18”

SENIGALLIAliceomedidemocrazia000 (1) Il "gioco" della Democrazia al liceo Medi di Senigallia Il "gioco" della Democrazia al liceo Medi di SenigalliaIl "gioco" della Democrazia al liceo Medi di Senigallia

SENIGALLIA – Si è aperto il nuovo ciclo di appuntamenti al liceo scientifico “Enrico Medi” con il “Progetto18”, ideato e portato nelle scuole dallo staff di OpenMunicipio. L’iniziativa è rivolta ai ragazzi delle ultime classi delle scuole medie superiori, ed ha l’obiettivo di approfondire il funzionamento delle istituzioni locali cercando così di rendere più consapevoli i ragazzi che, con la maggiore età, acquisiscono anche il diritto di voto.

L’incontro, che si è tenuto presso l’aula magna del liceo Medi, ha visto coinvolte alcune classi quinte che, dopo aver ascoltato il discorso di introduzione dell’assessore alla trasparenza Chantal Bomprezzi, si sono cimentate in prima persona nella simulazione di un Consiglio Comunale.
Attraverso il gioco i ragazzi hanno potuto immedesimarsi nei ruoli di chi rappresenta ed amministra una città, ed hanno interpretato virtualmente una seduta di Consiglio comunale con i vari punti all’ordine del giorno. L’attività ha suscitato l’interesse degli alunni che, curiosi di apprendere i meccanismi democratici, hanno posto numerose domande: come si vota in aula? Chi presenta una mozione? Come si svolge un’interpellanza orale?
Dal discorso introduttivo dell’assessore Bomprezzi l’invito rivolto ai ragazzi ad interessarsi alla politica perché questa è presente in ogni ambito della vita, nella scuola, nell’università o nel mondo del lavoro che affronteranno. Interessarsi dunque per non essere solo destinatari di scelte altrui, ma attori delle decisioni che la collettività assume.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: