Con “Il caso Tiraboschi” al via le celebrazioni per la Liberazione

Con “Il caso Tiraboschi” al via le celebrazioni per la Liberazione

Con “Il caso Tiraboschi” al via le celebrazioni per la Liberazione

Venerdì pomeriggio (ore 18, Palazzo del Duca) a Senigallia la presentazione del libro di Roberto Lucioli e Simone Massacesi

Con “Il caso Tiraboschi” al via le celebrazioni per la Liberazione

SENIGALLIA – Con la presentazione del libro “Il caso Tiraboschi”, prenderanno avvio domani, venerdì 22 aprile, le manifestazioni organizzate dal Comune di Senigallia per il 71° anniversario della Liberazione. L’appuntamento è alle ore 18, alla Sala del Trono di Palazzo del Duca. L’iniziativa sarà aperta dai saluti del sindaco Maurizio Mangialardi, a cui seguiranno gli interventi di Massimo Papini, presidente dell’Istituto Storia Marche, e degli autori, Roberto Lucioli e Simone Massacesi.

“Il caso Tiraboschi” ricostruisce la vicenda del comandante azionista Vittorio Amato Tiraboschi (Primo), destituito nel giugno del 1944 dal comandante della Divisione Marche, Alessandro Vaia. Un vero e proprio caso, appunto, che per molti decenni ha agitato le acque della politica marchigiana e diviso la memoria e la storiografia della Resistenza.

Grazie all’utilizzo di nuovi documenti provenienti dall’archivio privato della famiglia Tiraboschi, il volume traccia un ritratto inedito del comandante Primo e del suo ruolo nel movimento di liberazione, gettando nuova luce sul conflitto interno tra azionisti e comunisti, e su quei fatti che segnarono drammaticamente la fase più acuta della guerra di liberazione nelle Marche: dall’omicidio del repubblicano Goffredo Baldelli all’eccidio di Arcevia.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: