Ad Arcevia un importante convegno sulla biodiversità

Ad Arcevia un importante convegno sulla biodiversità

Appuntamento domenica, alle ore 10.30, al Teatro Misa

Ad Arcevia un importante convegno sulla biodiversità

ARCEVIA – Il comune di Arcevia si sta caratterizzando come comune delle buone pratiche, attraverso le politiche sul paesaggio e su un’agricoltura sana e di qualità, insieme ai comuni della vallata del Misa e del Nevola.

In questo contesto, domenica 10 aprile, nella splendida cornice del teatro Misa, si terrà una conversazione con importanti relatori sulla biodiversità e sulla figura di un grande scienziato russo, Nikolay Vavilov, padre della genetica agraria del Novecento.

Verrà presentato il volume, per la prima volta tradotto in Italia, “L’origine delle piante coltivate” di Vavilov,, il primo scienziato a riconoscere i  centri di origine delle piante coltivate, e a capire che la  conservazione della diversità è essenziale per lo sviluppo  dell’agricoltura e la sopravvivenza dell’umanità.

Nelle ricerche di Nikolaj Vavilov trovano fondamento gli attuali studi  sulla genetica delle popolazioni e sulla biodiversità agraria.

Dopo un’introduzione del Sindaco di Arcevia e di Roberto Brioschi “La Via Contadina.it”, organizzatori dell’evento, prenderanno la parola Massimo Angelini, filosofo e ruralista, Oriana Porfiri, agronoma esperta di cereali, Caterina Maria Fiannacca, curatrice del volume e la “Rete dei Semi Rurali”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it