A Jesi la promozione della Russia e della sua cultura

A Jesi la promozione della Russia e della sua cultura

Una nuova iniziativa del Rotary Club, organizzata all’Hotel Federico II, che ha avuto quale relatore il Console onorario emerito professor Armando Ginesi

A Jesi la promozione della Russia e della sua cultura

JESI – Presso l’Hotel Federico II di Jesi , il Console Onorario Emerito Armando Ginesi è stato invitare a “raccontare” San Pietroburgo, la sua storia, le sue bellezze artistiche, le ragioni del suo appeal nei confronti della sensibilità italiana.

Proiettando una sintesi visiva dei più significativi aspetti di una delle più belle capitali europee del Settecento, sorta nel 1703 per volere dello zar Pietro il Grande il quale aspirava a far uscire la Grande Russia dall’isolamento con la costruzione di una nuova capitale che si affacciasse su di un mare non interno, ma aperto verso il mondo occidentale e la sua cultura, il Console ha sinteticamente raccontato lo snodarsi dei poco più di trecento anni della sua ricchissima storia, legati anche alle vicende internazionali, dalla Guerra del Nord contro la Svezia alla Prima e alla Seconda Guerra mondiale del XX secolo.

L’incontro è stato richiesto dal Rotary in previsione di un viaggio che gli iscritti compiranno nei primi giorni di luglio, in Russia, visitando le due capitali dell’immenso Paese auroasiatico: quella politica, Mosca; e quella culturale, San Pietroburgo, dove avranno la fortuna di poter vivere quell’indimenticabile esperienza delle “notti bianche”, di cui ha parlato spesso entusiasticamente la letteratura mondiale.

Nella foto: da sinistra Gabrio Filonzi, Stefano Santini, Armando Ginesi e Paola Duca

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it