A Fano sventola anche la Bandiera Verde

A Fano sventola anche la Bandiera Verde 

Ritirato a San Benedetto del Tronto il prestigioso riconoscimento che viene annualmente assegnato dai pediatri italiani a quelle località considerate idonee ad ospitare famiglie e bambini

A Fano sventola anche la Bandiera Verde

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A San Benedetto del Tronto, in occasione  del 2° convegno nazionale delle Bandiere Verdi – Spiaggia per i bambini 2016”, il funzionario del Servizio Turismo del Comune di Fano Mauro Giampaoli ha ritirato il prestigioso riconoscimento che viene annualmente assegnato dai pediatri italiani a quelle località considerate idonee ad ospitare famiglie e bambini.

Fano, Città dei Bambini, per tradizione, ha visto svilupparsi un turismo a carattere prevalentemente famigliare che nel corso degli anni si è arricchito di numerosi servizi dedicati proprio espressamente alle famiglie e soprattutto ai loro bambini. Infatti, la Bandiera Verde indica una località marina italiana con caratteristiche adatte ai bambini, selezionata attraverso un’indagine condotta fra oltre 2.000 pediatri, grazie a una iniziativa ideata e condotta dal pediatra dott. Italo Farnetani in collaborazione con la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS). I requisiti necessari sono: la presenza di spiaggia con sabbia, spazio fra gli ombrelloni per giocare, acqua che non diventi subito alta in modo che possano andare in sicurezza in acqua, presenza degli assistenti di spiaggia, attrezzature dedicate ai bambini, e opportunità di divertimento per i genitori (negozi, ristoranti, bar, strutture sportive). L’ Italia è così l’unica nazione al mondo ad avere una mappa turistica dedicata ai bambini realizzata dai pediatri. della elezionata attraverso un’indagine condotta fra un campione di pediatri, grazie a una iniziativa ideata e condotta dal pediatra dott. Italo Farnetani in collaborazione con la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS). I requisiti necessari sono: la presenza di spiaggia con sabbia, spazio fra gli ombrelloni per giocare, acqua che non diventi subito alta in modo che possano andare in sicurezza in acqua, presenza degli assistenti di spiaggia, attrezzature dedicate ai bambini, e opportunità di divertimento per i genitori (negozi, ristoranti, bar, strutture sportive). L’ Italia è così l’unica nazione al mondo ad avere una mappa turistica dedicata ai bambini realizzata dai pediatri. L’obbiettivo è quello di aiutare le famiglie a scegliere le località di mare, meta preferita per chi ha bambini, per trascorrere il periodo di vacanza nel modo più idoneo e sicuro, in base alle valutazioni dei pediatri, in modo tale che genitori e figli possano trarre i maggiori vantaggi dalla vacanza, con benefici per la salute e la crescita. Spiagge a misura di bambino, insomma. L’assegnazione delle bandiere verdi ha una valenza scientifica e deriva da un’indagine condotta fra i pediatri italiani, pertanto non esistono candidature. L’indagine è svolta in regime di volontariato senza l’intervento di alcun sponsor da parte dei singoli pediatri in maniera del tutto spontanea attraverso la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (il Dott. Italo Farnetani è il principale referente dell’iniziativa). La scelta delle spiagge viene effettuata in base all’elenco delle località a cui è assegnata la Bandiera Blu.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it