Trionfo tutto al femminile per il liceo Medi

Trionfo tutto al femminile per il liceo Medi

Le allieve dell’Istituto di Senigallia si sono distinte anche nella fase regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze

Trionfo tutto al femminile per il liceo Medi

SENIGALLIA – Non solo bravi ballerini, ma anche promettenti scienziati. Dopo il successo alle Olimpiadi della danza, gli studenti del Medi si sono distinti anche nella fase regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze, che si è tenuta sabato 19 marzo nell’Aula Magna della sede centrale dell’Università Politecnica delle Marche ad Ancona. Le cinque brillanti studentesse che hanno preso parte alla competizione – Tea Manzocchi (4BSc), Giulia Bolognini (4ASa), Maria Mosca (4ASa), Lucrezia Pinzi (4ASa) e Sheryl Ragnetti (5BLi) – si sono misurate, assieme ad altri trentacinque ragazzi provenienti da altre sette scuole della regione, in tre prove, una di squadra e due individuali, finalizzate a selezionare i dieci migliori per l’ultima sfida, dieci domande a risposta aperta sull’anatomia, il funzionamento e le patologie del sistema nervoso. In palio, la possibilità di partecipare alle Nazionali che si svolgeranno a Brescia il 30 aprile. Il vincitore o la vincitrice avrà diritto a una borsa di studio per accedere all’ultima fase, quella Internazionale, che si terrà a Copenhagen dal 2 al 6 luglio.

Del team, Tea Manzocchi, Lucrezia Pinzi e Maria Mosca si sono classificate tra i primi dieci, ma è Giulia Bolognini che ha decretato il successo del Medi sulle altre scuole, classificandosi prima assoluta e scrivendo la storia. E’, infatti, la prima volta che un’alunna del liceo riesce a superare le fasi regionali. Per Giulia un IPadApple e soprattutto la possibilità, insieme al secondo e al terzo classificato, di partecipare a delle lezioni intensive presso la facoltà di medicina dell’Università di Ancona in vista delle Nazionali di Brescia. Lezioni decisive per tentare di arrivare al podio anche alle Nazionali.

Dietro il successo di Giulia Bolognini, c’è un team, tutto al femminile, che, pur nel clima competitivo della gara, ha lavorato con vero spirito di squadra. “L’importante è che una di noi sia passata” – hanno infatti dichiarato le altre ragazze, visibilmente emozionate – “Siamo contente per Giulia e siamo sicure che sarà in grado di tenere alto l’onore del Medi anche alle Nazionali”. (Sheryl Ragnetti, 5BLi)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it