A Serra de’ Conti la presentazione dell’Opificio dei Racconti

A Serra de’ Conti la presentazione dell’Opificio dei Racconti

L’iniziativa rientra nel più ampio progetto culturale e sociale “Tratti _tracciati tra territori”, premiato dalla Regione, che comprende spettacoli, incontri, performance, eventi, mostre, laboratori, escursioni, riflessioni, creatività

A Serra de’ Conti la presentazione dell'Opificio dei Racconti

SERRA DE’ CONTI – A pesca di storie per 6 mesi! Sarà presentato sabato 5 marzo, alle 16, all’ex Frantoio di Serra de’ Conti, l’ “Opificio dei Racconti”, ovvero un ciclo di laboratori di narrazione attraverso scrittura biografica e sound portrait, aperti a tutti e gratuiti.

Con l’obiettivo di coinvolgere in particolare i giovani e i cittadini delle comunità di Serra de’ Conti e Barbara, i laboratori cercheranno di rintracciare le memorie di un territorio capaci di farne emergere la voce, l’identità passata, presente e idealmente anche quella futura. Si andrà dunque alla ricerca di storie condivise, storie note, di lavoro, di usanze, ma anche storie minute, quotidiane, storie personali, private e risonanti, storie dell’anima. Gli incontri si svolgeranno nel bellissimo spazio dell’ex Frantoio di Serra de’ Conti, a cadenza periodica in base alle esigenze del lavoro sul campo. Ci si dividerà tra interviste, momenti di ascolto e documentazione, momenti di riflessione, di rielaborazione narrativa e artistica a cura degli stessi partecipanti. I primi a partire per questo avventuroso viaggio saranno i partecipanti ai laboratori narrativi sulle biografie, facilitati da Claudia Gentili e Massimo Bellucci, due dei nocchieri individuati. Poi partirà il laboratorio di sound portrait condotto da Alessio Ballerini.

Il progetto “Opificio dei Racconti” rientra in un più ampio e articolato contenitore di iniziative culturali e sociali, premiato dalla Regione Marche: “Tratti – Tracciati tra territori”. Un contenitore di spettacoli, performance, mostre, escursioni, concerti, laboratori, incontri, animato dalle risorse umane e dalle professionalità del territorio: giovani, studenti, artisti, cittadini. L’obiettivo è proprio quello di raccontare il territorio e le persone che lo abitano, dando risalto a storie quotidiane apparentemente marginali, condividendo saperi e creatività. Quattro le azioni principali che si svilupperanno in attività diverse per tutto l’anno: Opificio dei Racconti; Sentieri di terra (percorsi naturalistici con potenzialità turistica e relativa riflessione ecologica); Incubatrice d’arte (spettacoli diffusi nel territorio e call per giovani artisti); Seduti attorno ad un’idea (incontri informali con imprenditoria locale capace di trasformare idee e sogni in progetti concreti). Per l’attuazione concreta di questo bellissimo progetto sono inoltre stati individuati quattro giovani borsisti che affiancheranno gli operatori, mettendo così in circolazione competenze, saperi e professionalità.

Vincitore del bando “Lab.Acooglienza”, promosso e finanziato dalla Regione  Marche, il progetto “Tratti” vede collaborare due Comuni, quello di Serra de’ Conti e quello di Barbara, alcune associazioni locali del territorio e si avvale del cofinanziamento del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Ente Capofila: Comune di Serra de’ Conti. Partner: Comune di Barbara, Associazione TiVittori, Nottenera, ProLoco Serra de’ Conti, Associazione Ge.st.o. Sponsor: Filax, La Terra e il Cielo. Grafiche a cura di: Upupa&Colibrì

Info FB: Tratti _tracciati tra territori / tratti.info@gmail.com / 338 9162735

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it