A Senigallia torna l’allarme per il Misa

A Senigallia torna l’allarme per il Misa

A Senigallia torna l’allarme per il Misa

Il livello del fiume continua ad alzarsi – ed a preoccupare – a causa delle intense piogge che stanno colpendo il territorio. Il Centro Operativo Comunale, coordinato dal sindaco, si è insediato nella mattinata

A Senigallia torna l’allarme per il Misa A Senigallia torna l’allarme per il Misa( A Senigallia torna l’allarme per il Misa SENIGALLIAmisa2016-03-23xx (6) SENIGALLIAmisa2016-03-23xx (6) A Senigallia torna l’allarme per il Misa A Senigallia torna l’allarme per il Misa A Senigallia torna l’allarme per il Misa A Senigallia torna l’allarme per il Misa A Senigallia torna l’allarme per il Misa

SENIGALLIA – Il livello del fiume Misa si sta alzando a causa delle intense piogge che continuano a colpire il nostro territorio. Il Centro Operativo Comunale, coordinato dal sindaco, si è insediato questa mattina alle ore 11,15 e sta attentamente monitorando la situazione, mentre le forze della Protezione Civile stanno controllando il livello degli argini in tutte le zone del territorio comunale.

Per quanto riguarda il reticolo minore si registra la tracimazione del fosso del Crocifisso a Vallone, mentre non si riscontrano problemi negli altri fossi, compreso il Sant’Angelo.

Per quanto concerne la viabilità, invece, è stata chiusa la strada del Crocifisso e i sottopassi di via Perilli e via Dogana vecchia. Nessuna criticità al momento nella zona a sud, dove sono stati verificati tutti gli sbocchi a mare.

Le scuole sono rimaste regolarmente aperte fino al termine delle lezioni mattutine. Negli istituti superiori sono state sospese tutte le attività pomeridiane.

Si ricorda  che in caso di emergenza per rischio idrogeologico non ci si deve avvicinare agli argini dei fiumi, non si deve scendere ai piani seminterrati, non si devono percorrere ponti, sottopassi o gallerie, non si deve usare l’auto né utilizzare il telefono se non in casi di reale urgenza al fine di non sovraccaricare le linee.

Nelle foto: il livello del Misa in città ed in periferia, fino a vallone; il fosso Sant’Angelo in via Rovereto; il sottopasso chiuso di via Perilli

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it