Marcello Liverani: “Ecco il risultato di guerre inutili spacciate per giuste”

Liverani: “Ecco il risultato di guerre inutili spacciate per giuste”

Marcello Liverani: “Ecco il risultato di guerre inutili spacciate per giuste”

Il coordinatore della sezione di Senigallia di Fratelli d’Italia prende posizione dopo l’ultimo tragico attentato al cuore dell’Europa

Liverani: “Ecco il risultato di guerre inutili spacciate per giuste”di MARCELLO LIVERANI*

SENIGALLIA – “I fatti di oggi sono tutta farina del nostro sacco. Farina di una politica perbenista e di una Europa codarda. Aspettiamo i prossimi…”

Questo il commento più giusto e veritiero che ho letto in giro, tra parentesi scritto da un ragazzo di 25 anni, alla faccia degli esperti della politica e del terrorismo. Si, è farina del nostro sacco perché siamo stati noi ad andare a fare le guerre inutili spacciate per guerre giuste. Abbiamo voluto destituire Saddam e Gheddafi, ed eccone oggi i risultati, senza pensare minimamente sia alla storia di quei popoli che al modo di essere. Si certo, Saddam e Gheddafi erano due dittatori, ma in quelle parti del mondo quei popoli hanno bisogno proprio di un dittatore per essere controllati.

Certo i dittatori sono cattivi e fanno cose che vanno contro i principi etici e morali, ma andando a portare la guerra a casa loro ecco oggi a che cosa siamo arrivati. Bene o male i due dittatori controllavano i loro paesi, paesi che oggi sono allo sbando più totale essendo composti da centinaia di fazioni ed etnie, solo in Libia oggi ci sono 110 tribù che si fanno la guerra tra loro senza che più nessuno li possa controllare. Quando Berlusconi prese accordi con Gheddafi la sinistra buonista, falsa e meschina gridò allo scandalo, intanto però con quegli accordi più neanche una mosca partiva dalla Libia per arrivare in Italia. Oggi invece siamo letteralmente invasi da tutti, ogni giorno migliaia di sbarchi di profughi, delinquenti, terroristi e altro.

L’ultimo attacco terroristico al cuore dell’Europa non è altro che una reazione a quello che è stato fatto a quei popoli. Popoli tosti, che non hanno di certo paura a morire per mietere vittime, quelli hanno un mondo loro tutto particolare, hanno una mentalità per noi inconcepibile, ma ce l’hanno, e oggi a rimetterci siamo noi. Porre rimedio oggi è dura perché siamo arrivati ad un livello dove è difficile avere il controllo di tutto e tutti, e questi se ne stanno nascosti tra le persone normali, fingendosi persone normali, per poi colpirti quando meno te l’aspetti.

Avete voluto le frontiere aperte con Shenghen? Costruite le Moschee per “dovere di ospitalità? Li volete integrare ad ogni costo? Accogliete senza batter ciglio tutti quelli che arrivano? Spendete soldi per mantenerli e coccolarli? Avete voluto fornirli di cittadinanza e casa? Bene, i risultati sono questi, perché la politica buonista e perbenista e una Europa che pensa solamente al business comandata dalle lobby e dai poteri forti, li ha “allevati” in casa senza capire che questi sono mine vaganti. L’Islam è violento per natura, professa una religione bellicosa, perfida ed oppressiva, e a dirlo è la storia, non il sottoscritto. Hanno la loro mentalità e mai nessuno riuscirà a farla integrare con chi invece è democratico, onesto e giusto, perchè per loro noi siamo gli “infedeli”. Solo i pazzi (e in Italia non sono pochi in politica) possono pensare e parlare di integrazione! Peccato che a questi “illustri” personaggi non accada mai niente di quello che accade ad un normale cristiano che vive senza scorta!

Eccola l’integrazione! Oggi questi sono integrati in Europa e dal loro divano progettano attentati e disastri! Guarda caso hanno tutti il passaporto Francese, Tedesco, Belga o simili. Persone nate e cresciute in Europa, che girano liberamente, ma sempre islamici sono e come loro ragionano. In pratica ce li siamo messi da soli in casa a progettare morte e distruzione contro noi stessi. Le cellule sono ovunque, l’Europa ne è piena, e piano piano stanno uscendo fuori. E noi come li combattiamo? Con i discorsi buonisti dei Renzi, Alfano, Boldrini, Mattarella e altri in Italia, idem per l’Europa, la Merkel è complice come tutti, la Francia anche visto che da sempre ha accettato tutti. Bravi, adesso vi stanno presentando il conto, e prima o poi toccherà anche all’Italia; che qualcuno spieghi al Ministro Alfano che non serve salire al livello 4 di sicurezza se poi continua a fare tagli sull’intero corpo delle Forze dell’Ordine, e in più perché  dei nostri livelli di sicurezza l’ISIS se ne fa un baffo.

Cosa servirebbe? Certo, al punto in cui siamo arrivati non è facile, perché li abbiamo in casa ben nascosti e ben mascherati, ma qualche cosa andrebbe fatta, cose però che non faranno mai in quanto l’Europa non ha gli attributi, li ha Putin per la sua Russia, purtroppo noi non abbiamo Putin, quindi non faremo nulla se non i discorsi belli e infiocchettati di buonismo; da questa mattina hanno fatto a gara a chi era più smielato nel condannare gli attentati, tutte frasi perfette per incartarci i cioccolatini.

Provate a tirare fuori gli attributi invece! Niente buonismo e perbenismo, non serve a nulla, prendete contatto con la realtà, il terrorismo non lo combatti con la cultura come è stato detto dal Presidente del Consiglio Renzi (Sic…!). Chiusura totale delle Frontiere. Più nessuno sbarco, tutti rimpatriati, tranne i veri profughi, che sono il 3% di quelli che arrivano. Controllo capillare di tutte le Moschee, chiudendole, e di chi le frequenta. Controllo a tappeto di tutti quelli arrivati da fuori. I Servizi Segreti quando hanno voluto hanno fatto di tutto, fatelo anche adesso, ma non per spiare Berlusconi se copula o no, fatelo con finalità giuste alla causa. Impronte digitali registrate per tutti, Italiani e non, perché chi non ha nulla da nascondere non ha di certo problema a dare le proprie impronte per essere immesse in un database serio. Leggi chiare, dure e con la certezza della pena per chi delinque, e non mettendo sotto accusa chi si difende, anche sparando, se vede violata la propria intimità, che sia la casa o il posto di lavoro.

Avete concesso i permessi a detenere un’arma? Bene, adesso chi ce l’ha giustamente la usa se vede in pericolo la sua persona o quella dei propri cari. Un delinquente può liberamente fare quello che vuole e un onesto cittadino, secondo qualcuno, non può difendersi? Ma stiamo scherzando? Io sparo se mi entrano in casa, senza se e senza ma, poi ci penseranno i miei legali, di certo non mi faccio scrupoli, perché quando lo Stato è inesistente il cittadino è costretto a difendersi da solo.

Fratelli d’Italia esprime tutto il cordoglio possibile per le vittime del vile attentato di oggi, ben sapendo, purtroppo, che non sarà l’ultimo fino a quando i “geni” che governano continueranno a vivere di perbenismo e ipocrisia permettendo e avvallando guerre volute solamente dalle lobby, dai mercanti delle armi e da chi ne trae profitto.

*Coordinatore Fratelli d’Italia di Senigallia

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it