La Uisp presente nella Consulta dello sport di Senigallia

La Uisp presente nella Consulta dello sport di Senigallia

Il Comitato territoriale sarà rappresentato da Chiara Campolucci, presidente del Centro Fitness Boomerang Asd, da anni una delle società affiliate

La Uisp presente nella Consulta dello sport di SenigalliaSENIGALLIA – Nei giorni scorsi si è riunita l’assemblea della Consulta dello Sport, organismo comunale di raccordo tra la pubblica amministrazione ed il variegato mondo dell’associazionismo sportivo, che ha rinnovato i propri ‎componenti.La riunione, presieduta dal Sindaco Maurizio Mangialardi, è stata anche l’occasione di nominare i nuovi membri del Comitato esecutivo, un gruppo di lavoro tecnico di diretta emanazione dell’Assemblea. Al suo interno non poteva mancare una rappresentanza legata al mondo Uisp: è Chiara Campolucci, Presidente del Centro Fitness Boomerang Asd, da anni una delle società affiliate al Comitato territoriale di Senigallia.“E’ un grande onore per me essere parte di questo organismo così importante per la politica sportiva cittadina – ha dichiarato la neoeletta Chiara Campolucci – nel pieno spirito della Uisp e dell’associazione che ho l’onore di presiedere sarà mia cura essere attenta a collaborare con tutti i membri della consulta e dell’amministrazione comunale per costruire una città che abbia dello sport un’idea inclusiva, solidale, legata alla salute ed ai sani stili di vita”.Il Comitato territoriale Uisp di Senigallia sarà poi rappresentato anche all’interno della stessa Assemblea, di cui faranno parte Simone Cecchettini e Giorgio Gregorini, Presidente dell’ Asd La Marina Pro Cesano, altra associazione affiliata Uisp. L’assemblea è composta di 30 elementi, di cui anche tre consiglieri comunali (due di maggioranza, uno di minoranza) e altri  componenti rappresentanti del Coni, della medicina dello sport e delle scuole primarie.“Essere parte – ha concluso Chiara Campolucci – di un tavolo di confronto e di discussione sui temi e le questioni che interessano le società, le associazioni e le polisportive, significa essere disponibili a discutere idee e portare proposte, trasformando criticità in opportunità: è quello che credo abbia il dovere di fare ogni associazione sportiva come quella che presiedo, e come tutte quelle affiliate al mondo Uisp, che sono abituate a leggere e rispondere ai bisogni del territorio e alla sua domanda di sport, salute e benessere”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it