A Isola del Piano una strada compromessa

A Isola del Piano una strada compromessa

I consiglieri di opposizione invitano il sindaco ad occuparsi di più dei problemi locali, chiedendo alla Provincia di Pesaro Urbino di sistemare la viabilità

A Isola del Piano una strada compromessa

ISOLA DEL PIANO – Dai consiglieri comunali di minoranza Andrea Montalbini, Fabio Marchionni e Giacomo Toccaceli della lista civica Adesso Noi-Liberi per Cambiare, riceviamo questo interessante documento: “Sono ormai due anni che l’accesso al paese di Isola del Piano è compromesso da una importantissima frana che obbliga ad una sola corsia.
Solo dopo una segnalazione del nostro gruppo consiliare Adesso Noi alla Procura della Repubblica la Provincia si è degnata di proteggere il burrone inserendo dei blocchi di cemento.
“Questo mostra che quando si fanno degli atti concreti, come la nostra segnalazione alla Procura, i risultati arrivano!!
Ovviamente siamo dovuti intervenire noi della minoranza poiché la maggioranza del Sindaco Paolini sembrava non curante della sicurezza dei cittadini (anche chi non ci ha votato ci ha ringraziato!).
“Purtroppo frane importanti che limitano la circolazione ad una corsia sono presenti anche nella strada provinciale che conduce a Scotaneto.
Le strade sono di competenza provinciale ma il Sindaco di Isola del Piano e la sua giunta sembra non abbiamo mosso un dito per sollecitare la Provincia.
“Forse il fatto che il Sindaco Paolini sia targato Partito Democratico gli impedisce di avere quella determinazione verso i compagni di partito.
Forse il Sindaco Paolini è troppo impegnato a farsi fotografare in tutta la Provincia in incontri sulla Legalità piuttosto che pensare al proprio paese.
“Forse il Sindaco Paolini ha scambiato il suo mandato elettorale a servizio dei cittadini per una pubblicità personale.
“Giovedì sera discuteremo in Consiglio comunale ad Isola del Piano una nuova mozione che chiederà di fare tutte le pressioni possibili ed immaginabili verso la Provincia per
avere la sistemazione delle frane. Chiediamo inoltre un incontro con il Presidente della Provincia Tagliolini in cui maggioranza ed opposizione unite possano far sentire con forza la propria voce.
“Chiediamo anche una mobilitazione popolare ed una unione tra le forze di governo del Sindaco Paolini e le forze di minoranza di Adesso Noi in modo da dare una sola voce alla protesta.
Purtroppo la Provincia governata dal Partito Democratico pensa solo alla Pesaro del Sindaco Ricci e si dimentica della sanità e della viabilità dell’entroterra. Una Provincia arrogante e supinamente sostenuta da quei sindaci di sinistra che si inchinano al volere del partito di Renzi.
Vediamo se la maggioranza vorrà veramente risolvere la situazione della viabilità firmando la nostra mozione ed unendosi alla protesta concreta dell’opposizione perché le battaglie di civiltà non hanno colore politico e chi amministra un territorio deve avere come priorità l’interesse dei cittadini e non la vuota vanità.
“Per promuovere la legalità – concludono i consiglieri comunali di minoranza Andrea Montalbini, Fabio Marchionni e Giacomo Toccaceli della lista civica Adesso Noi-Liberi per Cambiare – non bastano solo quattro foto scattate con uno striscione in mano durante una marcia ma occorrono atti concreti! Atti che non danno pubblicità personale ma risolvono i problemi dei cittadini, ma forse il Sindaco Paolini si deve ancora rendere conto di cosa voglia dire governare per il bene della comunità intera”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it