Garbatini: “Dall’unione tra Marotta e Mondolfo deve nascere l’entusiasmo per il futuro”

Garbatini: “Dall’unione tra Marotta e Mondolfo deve nascere l’entusiasmo per il futuro”

Dopo una stagione referendaria che ha visto  un confronto vivace ed acceso è arrivato il momento di guardare oltre e di scegliere di essere protagonisti di un ricambio e di una rigenerazione politica

Marotta001xx mondolfo_1di ARAMIS GARBATINI*

MONDOLFO – Il prossimo giugno vedrà il rinnovo dell’amministrazione comunale di Mondolfo Marotta, la città in cui sono nato e in cui vive la mia famiglia.

Ritengo di poter rappresentare un’opinione che si fa interprete delle esigenze di molti cittadini, professionisti ed imprese perché è proprio questo ciò che quotidianamente mi chiedono i tanti amici e collaboratori che ancora vedono  nell’ impegno politico civico una prospettiva per riavvicinare i cittadini alle istituzioni.

Vorrei dare un contributo di opinione a questo dibattito che divide Marotta e Mondolfo, affinché avvenga un segnale di unione e rinnovamento politico cittadino che si fonda sulla trasparenza e sull’impegno civico.

Dall’unione tra Marotta e Mondolfo deve nascere un entusiasmo che può solo aggregare  tutto il territorio in nome dello sviluppo di una intera comunità. Dopo una stagione referendaria che ha visto  un confronto vivace ed acceso è arrivato il momento di guardare oltre e di scegliere di essere protagonisti  di un ricambio e di una rigenerazione politica per governare con onestà e trasparenza un intero territorio unito anziché diviso, sulla base di un programma concreto da anteporre ai partiti e ai personalismi.

Auspico che tutti coloro che credono nel cambiamento a Mondolfo e Marotta mettano un progetto concreto per il futuro davanti ai protagonismi e alle nostalgie del passato.
*Consigliere comunale – Comitato Elettorale Val Cesano 2016

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it