Contenere la pressione fiscale, a Falconara spazio agli investimenti

Contenere la pressione fiscale, a Falconara spazio agli investimenti

Contenere la pressione fiscale, a Falconara spazio agli investimenti 

La Confartigianato incontra l’assessore  Raimondo Mondaini. Chiesta subito l’azienda unica provinciale dei rifiuti. Basta incertezze

Contenere la pressione fiscale, a Falconara spazio agli investimentiFALCONARA – Si apra una stagione di investimenti e di sostegno al centro storico e alle piccole imprese. Proficuo incontro  tra la Confartigianato, presenti i  responsabili di zona Luca Antonelli e Luca Casagrande, e l’assessore al bilancio del Comune  di Falconara Raimondo  Mondaini.

Il bilancio di previsione 2016 che scade il 30 aprile  verrà approvato anzitempo  per permettere  di anticipare tutte le fasi di aggiudicazione degli interventi (progetti, capitolati ,appalto, bando e aggiudicazione ) dei previsti investimenti sul territorio per circa due milioni e mezzo di euro : Illuminazione, implementazione della vigilanza, impianti sportivi, scuole, mautenzione strade.

La somma da destinare agli interventi è derivata  da una diversa metodologia e parametri  di redazione di bilancio rispetto al 2015, parametri che consentono di sbloccare risorse già tolte al territorio negli anni precedenti.

Pur apprezzando gli investimenti in programma , la Confartigianato evidenzia come la priorità rimanga la necessità di razionalizzare i costi derivanti dalla gestione dei rifiuti.

Bisogna trovare con assoluta urgenza una sintesi fra i comuni della Provincia e arrivare a creare una azienda unica in grado di gestire in modo virtuoso il ciclo della raccolta e gestione dei rifiuti che conduca ad una forte riduzione di questo costo ingiusto che le imprese artigianali e commerciali si trovano a dover sostenere da anni.

Ricordiamo come il comune di Falconara Marittima applichi una delle tassazioni più alte per le imprese, appesantendole ulteriormente di un costo, che contribuisce fortemente ad abbassarne la competitività.

Finalmente l’introduzione di alcune novità come per le autorizzazioni delle insegne di esercizio.

Infatti il nuovo regolamento già approvato dalla giunta sarà  approvato a breve dal  Consiglio Comunale e prevederà come richiesto da Confartigianato da anni,  un forte snellimento delle procedure di installazione e una notevole riduzione delle imposte sul rinnovo triennale (periodo obbligatorio per legge).

Infine verrà tra pochi mesi istituito “il centro storico” questo può dare  l’opportunità all’amministrazione  di creare regolamenti ad hoc per le attività imprenditoriali ricadenti e per captare i pochi contributi agevolati o a fondo perduto per le attività produttive.

Nella foto: Luca Antonelli

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it