Alzheimer, un aiuto per le famiglie di Falconara

Alzheimer, un aiuto per le famiglie di Falconara 

La collaborazione tra Anteas e Rotary prosegue e si arricchisce di un nuovo tassello

 

Alzheimer, un aiuto per le famiglie di Falconara

FALCONARA – La musicoterapia per i malati di Alzheimer al Visintini ma anche i gruppi di auto mutuo aiuto per i familiari. La collaborazione tra Anteas e Rotary Falconara prosegue e si arricchisce di un nuovo tassello. È partito ieri, dopo il saluto di Agostino Ceciliani, presidente Anteas, e di Francesca Porcedda, presidente Rotary, il primo gruppo di sostegno per i familiari, ospitato al centro Kara di via del Consorzio. Previsti incontri ogni 15 giorni con il sostegno della psicoterapeuta Romina Pulita, mediatrice dei gruppi. «La condivisione del problema e già un primo passo – spiega la dottoressa Pulita – L’aiutare gli altri fa il resto. Non dimentichiamo che quando in una famiglia si riscontra un caso di Alzheimer, mentre il malato entra in una bolla di non consapevolezza, il carico è tutto sulle spalle delle famiglie».

Il progetto di musicoterapia al Visintini, invece, partirà il 7 aprile. «I gruppi rientrano nel progetto Alzheimer – ha detto la presidente rotariana Porcedda – per dare sollievo ai malati e aiutare le famiglia a conoscere e ad approcciarsi alla malattia. Spesso si pensa al Rotary come a un club di anziani che giocano a carte. Invece noi siamo sul territorio e diamo il nostro contributo per migliorare la società».  «Un ringraziamento particolare – ha aggiunto Ceciliani – va a Dalia Ilari, titolare del centro Kara, che ci ha dato la disponibilità di una stanza per ospitare gli incontri».

Nella foto: da sinistra Romina Pulita, Dalia Ilari, Agostino Ceciliani e Francesca Porcedda

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it