A Senigallia la Complanare Sud prossima all’ultimazione

A Senigallia la Complanare Sud prossima all'ultimazione

Podio per il Panzini alle Olimpiadi della Danza

Podio per il Panzini alle Olimpiadi della Danza

A Senigallia la Complanare Sud prossima all’ultimazione

Il  sindaco Mangialardi fa un sopralluogo: “Un grande risultato in termini di sicurezza, sostenibilità ambientale e qualità della circolazione”

A Senigallia la Complanare Sud prossima all'ultimazioneSENIGALLIA – Una strada lunga circa otto chilometri e mezzo, due bretelle di collegamento con il nuovo casello autostradale per togliere il traffico veicolare dalla statale e dal centro abitato di Senigallia. Quando nel 2006 l’Amministrazione comunale subordinò il proprio parere favorevole al progetto di ampliamento della terza corsia sulla A14 al finanziamento da parte di Società Autostrade della Complanare, erano davvero in pochi a credere che questa opera così complessa potesse essere davvero realizzata.

Tra quei pochi c’era l’allora assessore ai Lavori pubblici Maurizio Mangialardi, oggi sindaco della città, che dopo aver aperto il tratto a nord fino al Cesano nel giugno del 2013, è ormai prossimo a tagliare il nastro inaugurale anche di quello a sud, fino alla zona del Ciarnin.

È quanto emerso questo pomeriggio, in occasione del sopralluogo con i dirigenti di Società autostrade e i componenti della seconda commissione consiliare comunale, per verificare lo stato di avanzamento dei lavori, ormai prossimi all’ultimazione, e valutare la possibile apertura durante l’estate. Un risultato storico per Senigallia, che vedrà così completare un’infrastruttura che negli ultimi anni, servendo volumi di traffico ben al di sotto del potenziale che avrà l’opera completa, ha già assunto un ruolo strategico nella mobilità cittadina.

L’apertura a sud, dunque, si annuncia come una vera e propria svolta: “Questa infrastruttura – ha detto Mangialardi –  ancor prima di essere completata ha già cambiato positivamente la viabilità cittadina. L’apertura dell’ultimo tratto rappresenterà una vera e propria rivoluzione, grazie allo spostamento del traffico, pesante e non, fuori dai centri abitati. Un grande risultato in termini di sicurezza, sostenibilità ambientale e qualità della circolazione. La riduzione di circa l’80% dei veicoli transitanti, consentirà anche di riprogettare la funzione della statale. In questo senso, uno degli obiettivi a breve è quello di utilizzare via Fiorini per completare il tracciato della Complanare, al fine di liberare dal traffico anche il quartiere di Cesano “.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it