A Montemaggiore al Metauro l’ultimo libro di Francesca Tombari

A Montemaggiore al Metauro l'ultimo libro di Francesca Tombari

A Montemaggiore al Metauro l’ultimo libro di Francesca Tombari

Per la presentazione di Fondotinta appuntamento mercoledì 16 marzo alle ore 21 alla Biblioteca di Villanova

A Montemaggiore al Metauro l'ultimo libro di Francesca Tombari

MONTEMAGGIORE AL METAURO – Mercoledì 16 marzo alle ore 21.00 alla Biblioteca Comunale di Montemaggiore al Metauro, presso il centro civico di Villanova, si presenta l’ultimo libro della scrittrice fanese Francesca Tombari dal titolo “Fondotinta”, Damster Edizioni (2015), che racconta la vera storia di Monica, Fabio alla nascita, e del suo percorso di transizione. A moderare l’incontro ci sarà la giornalista Silvia Bonci.
È un racconto a due voci, quella di Fabio e quella del padre, in un cammino doloroso verso un solo desiderio: raggiungere la “normalità”. Un romanzo per capire senza schemi
precostituiti, per rompere un muro di discriminazioni. Un argomento delicato raccontato da una storia di grande sensibilità.
“Quanto di te rimarrà dentro di me, domani? Per quanto tempo i ricordi di Fabio si fonderanno a quelli di Monica? A questo sto pensando ora mentre il via vai delle infermiere mi dà la certezza che presto potrò essere libera d’amare come la donna che mi sono sempre sentita di essere. Delicati i ricordi di te mi accarezzano l’anima mentre correndo ritornavi a casa e non sapevi dare risposte ai perché che come demoni affamati ti mordevano il cuore e ti squarciavano i pensieri. I lividi sul tuo tenero corpo erano i più evidenti”.
Francesca Tombari è nata a Fano, dove vive e lavora, scrivere è una passione a cui non ha mai rinunciato e che nel corso degli anni è sempre più cresciuta, diversificandosi. Ha partecipato a diversi concorsi letterari con pubblicazione su varie antologie. Dopo la pubblicazione in e-book de “Il primo giorno di primavera”, è uscito in volume “Avrei voluto parlare d’amore”. A ottobre 2014 è uscito il suo primo libro giallo dedicato a Fano “E se un piccione. Le indagini del maresciallo Capalbio”. Al termine dell’incontro degustazione di vini offerti dalla cantina Mariotti.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it