A Mondolfo i cittadini chiedono rispetto e trasparenza

A Mondolfo i cittadini chiedono rispetto e trasparenza

A Mondolfo i cittadini chiedono rispetto e trasparenza

Nessuna risposta, da parte del sindaco, dopo una petizione (firmata da 160 persone) inviata nel giugno dello scorso anno

A Mondolfo i cittadini chiedono rispetto e trasparenza

MONDOLFO – I firmatari di una petizione, inviata nel giugno del 2015 al sindaco di Mondolfo, ci hanno inviato una interessante lettera che ben volentieri pubblichiamo. “Come cittadini – vi si legge – ci sentiamo ignorati ed offesi dal comportamento del nostro Sindaco. A giugno dello scorso anno  abbiamo inviato un documento, firmato fa 160 cittadini del nostro Comune, tutte persone incontrate occasionalmente in alcune settimane presso le casette di Fonte Alma. Tutti d’accordo affinché, relativamente al servizio, si potesse fare un salto di qualità verso una maggiore trasparenza. Quali sono i “valori” dell’acqua, quali le operazioni di manutenzione che la ditta compie e con quale periodicità. Una richiesta di chiarimenti da parte di chi utilizza con soddisfazione l’acqua messa a disposizione dal  Sindaco, ma che vorrebbe un salto di qualità relativamente all’informazione fornita. Tra l’altro, le linee guida per la concessione prevedono la possibilità di utilizzare parte della struttura esterna per informazioni alla cittadinanza.

“L’acqua è un bene prezioso che purtroppo non sempre si trova in condizioni ottimali, basti pensare alle problematiche di luglio 2015, pertanto, è diritto del cittadino conoscerne le condizioni nel dettaglio.

“Detto ciò, ci saremmo aspettati almeno una risposta, un incontro con il primo cittadino o con l’assessore all’ambiente, ma, evidentemente, una richiesta sussurrata non trova la stessa considerazione di istanze urlate e pubblicizzate sulla stampa. Abbiamo così deciso di rendere pubblica la nostra richiesta, così come il comportamento del nostro Sindaco”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it