A Maiolati le Giornate del Fai fanno centro

A Maiolati le Giornate del Fai fanno centro

A Maiolati le Giornate del Fai fanno centro

Pubblico numeroso e soddisfatto durante il primo appuntamento. L’intero borgo ha aperto le porte ai visitatori

A Maiolati le Giornate del Fai fanno centro A Maiolati le Giornate del Fai fanno centro

MAIOLATI – Un pubblico numeroso e soddisfatto sta partecipando, da questa mattina, alle Giornate FAI di Primavera a Maiolati Spontini. Oggi e domani l’intero borgo apre le porte ai visitatori per presentare le sue attrattive, artistiche, architettoniche e paesaggistiche, e i luoghi che raccontano il legame con uno dei più grandi compositori italiani della prima metà dell’Ottocento, Gaspare Spontini, nato e morto a Maiolati. Le tante iniziative in programma hanno al centro Spontini e la musica, a partire da un evento atteso da anni: l’apertura, dopo i lavori di manutenzione e restauro durati quasi cinque anni, della Casa Museo intitolata al Maestro. Le due giornate a Maiolati Spontini sono il frutto dell’impegno e della collaborazione del Gruppo FAI di Jesi e Vallesina e dell’Amministrazione comunale, con il contributo dell’Istituto comprensivo “Carlo Urbani” di Moie e degli istituti superiori di Jesi che hanno formato gli oltre cento Apprendisti Ciceroni.

Con la Giornata FAI di Primavera si festeggia l’apertura straordinaria al pubblico del Museo Spontini. Il nuovo allestimento, curato dal conservatore museale Marco Palmolella, consentirà di ammirare, in qualche caso per la prima volta, testi di opere, manoscritti e documenti, tutti in originale. Il tutto in un nuovo percorso, che accompagnerà i visitatori alla scoperta della vita e delle opere del grande compositore, all’interno della casa dove è vissuto e dove si è spento nel 1851. Un percorso che illustrato, oggi e domani, dagli alunni-Apprendisti Ciceroni di alcuni istituti superiori di Jesi, Di fronte alla Casa Museo c’è un picchetto dell’Accademia di Oplologia e Militaria di Ancona, con figuranti in costumi napoleonici. Altri luoghi coinvolti nell’iniziativa del FAI sono la Chiesa di Santo Stefano, la chiesa di San Giovanni, dove si trova la tomba di Spontini, l’esterno della Casa natale, la Scuola Pia, sede dell’Accademia Musicale Garpare Spontini, in piazza Garibaldi, e il Colle Celeste.

Il punto FAI, dove registrarsi e iniziare la visita, è proprio di fronte al Teatro Spontini, al cui interno è allestita una mostra sul compositore curata dai ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Castelplanio e viene proiettato il video che conclude un progetto musicale curato anche da Elisa Morelli, una delle maggiori studiose viventi di Spontini. Nella Casa natale viene raccontata dagli alunni la realtà storica di fine Settecento e la prima fase della biografia di Spontini. Nella chiesa di Santo Stefano si è esibita questa mattina l’organista Fabiola Frontalini e, oggi pomeriggio, padre Armando Pierucci. Gli Apprendisti Ciceroni illustrano il percorso artistico e musicale del giovane Spontini.

Nella chiesa di San Giovanni, dove è sepolto il compositore, sono previsti altri momenti musicali grazie all’orchestra dell’Istituto comprensivo. Si alterneranno gruppi di studenti-musicisti che eseguiranno arie spontiniane, mentre gli Apprendisti Ciceroni raccontano gli ultimi giorni e la morte di Spontini, il cui corpo è stato imbalsamato mentre il cuore è stato portato con sé dalla vedova a Parigi. Nel Colle Celeste, il parco voluto da Spontini e intitolato all’amata moglie Celeste Erard, gli Apprendisti Ciceroni guidano i visitatori alla scoperta dei percorsi, delle architetture  dei boschetti all’inglese e del giardino all’italiana. Nella Scuola Pia, sede dell’Accademia Spontini, c’è un’installazione artistica vivente, con cui si vuole riproporre la situazione della donna e del sistema d’istruzione che la riguardava nel corso dell’Ottocento. Protagonisti gli alunni che indossano abiti d’epoca.

Le iniziative della Giornata FAI di Primaverà a Maiolati Spontini si tengono dalle ore 10 alle 12 e 30 e dalle 15,30 alle 18,30 (domenica mattina la chiesa di Santo Stefano non sarà visitabile per le celebrazioni religiose). Gli Apprendisti Ciceroni provengono dalla secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “Carlo Urbani” di Moie e dalle scuole di secondo grado di Jesi (Liceo classico “Vittorio Emanuele II”, Liceo scientifico e linguistico “Leonardo da Vinci”, Liceo artistico “Edgardo Mannucci” e I.T.C.G. “Cuppari”).

In occasione delle Giornate FAI è chiusa al traffico la Strada Provinciale 11, negli orari 10-12.30 e 15.30-18.30, nel tratto compreso tra Largo Pastori (in corrispondenza della sede comunale) e via Nazario Sauro (in corrispondenza della casa natale di Spontini). Negli stessi orari e giorni sarà interdetto al traffico anche il centro storico. Funzionerà un bus navetta che coprirà il tratto dal Teatro – Municipio alla Casa natale di Spontini.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it