Ventiduenne arrestato per detenzione di droga

Ventiduenne arrestato per detenzione di droga. Il giovane albanese bloccato dai carabinieri a Marzocca

Ventiduenne arrestato per detenzione di droga SENIGALLIA – I Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno arrestato un ventiduenne albanese, per detenzione illegale di sostanza stupefacente. Il giovane è stato trovato in possesso di circa 5 grammi di cocaina suddivisa in dosi pronte per lo spaccio.

Questa notte, i carabinieri della Stazione di Montemarciano, al termine di un periodo di osservazione, hanno bloccato il giovane nel piazzale antistante una sala giochi sulla Statale 16 Via Adriatica Sud all’altezza di Marzocca dopo che aveva ceduto alcune dose ad alcuni acquirenti.

Da qualche giorno infatti erano stati osservati movimenti sospetti nella zona.

Durante l’appostamento i carabinieri hanno notato giungere alla guida di una Opel Corsa un giovane di origine albanese, già visto nei giorni precedenti, che dopo aver parcheggiato l’auto si è diretto all’interno della sala giochi dove è rimasto per alcuni minuti fino a quando non ha ricevuto una telefonata.

A quel punto il giovane è uscito dal locale mettendosi in macchina per raggiungere il parco pubblico sito in via della Resistenza dove nell’oscurità, credendo di non essere visto, ha incontrato in modo discreto alcune persone. Poi ha fatto rientro con la sua auto nel piazzale della sala giochi.

Ventiduenne arrestato per detenzione di drogaTrascorsa un’altra mezz’ora, sempre osservato dai carabinieri di Montemarciano, il giovane ha ripetuto la stessa cosa. E’ uscito dalla sala giochi, si messo in auto ed ha raggiunto nuovamente il parco di Via della Resistenza dove si è incontrato ancora con altre persone. Tornato nel piazzale della sala giochi, questa volta però ha trovato i carabinieri ad attenderlo che lo hanno bloccato appena ha aperto lo sportello e sottoposto a perquisizione.

Nel vano portaoggetti dell’auto, nascosti in una confezione di medicinali, gli investigatori hanno rinvenuto 7 piccoli involucri di cellophane termosaldati contenenti “cocaina”.

Inoltre nelle tasche dei pantaloni il giovane è stato trovato in possesso di 70 euro in banconote di piccolo taglio accartocciate che verosimilmente aveva appena riscosso dalla vendita delle dosi. La droga ed il denaro sono stati sottoposti a sequestro.

Al termine della perquisizione il ventiduenne, giunto da poco in Italia con regolare visto di ingresso, è stato dichiarato in stato di arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida.

Questa mattina il Tribunale di Ancona, a richiesta della Procura della Repubblica, ha convalidato l’arresto ed in attesa della prossima udienza fissata il 9 febbraio ha disposto l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di firma presso la Caserma di Montemarciano.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it