SPONTINI / Gaspare Spontini

Gaspare Spontini (Maiolati / musicista)

Gaspare Spontini (Maiolati / musicista)Gaspare Spontini, musicista e compositore, nato a Maiolati (oggi denominata Maiolati Spontini) nel 1774, morto a Maiolati nel 1851. Di umile famiglia (peraltro originaria di Albacina- Fabriano-), fu instradato dal padre alla vita religiosa al pari dei suoi fratelli, ma ben presto abbandonò gli studi ecclesiastici per dedicarsi alla musica.

Vinta l’opposizione della famiglia ebbe il permesso di proseguire la sua educazione musicale al conservatorio di Napoli e da qui, grazie ad un impresario romano, compose la sua prima opera Li puntigli delle donne che riscosse un positivo plauso. I successi in Italia si rincorsero da un teatro all’altro finché nel 1803 si trasferì a Parigi entrando nella corte del Conte Rémusat e poi alla Gran Opéra de Paris grazie all’appoggio dei reggenti Bonaparte.

A Parigi oltre al successo e alla stima dell’imperatore incontrò Celeste Erard che sposò nell’agosto del 1811 con un contratto di matrimonio firmato dall’imperatrice Giuseppina Bonaparte. I coniugi non ebbero figli, ma il loro rapporto rimase saldo e diede vita all’istituzione di molte opere benefiche a favore di Maiolati e Jesi.

Nel 1820 Spontini si reca a Berlino per volontà di Guglielmo III di Prussia rimasto affascinato dalle composizioni del Maestro. Non tardano ad arrivare grandi successi e consensi, ma la figura di Spontini si offusca con la morte di Guglielmo III nel 1840: le continue dispute con il sovrintendente lo portarono addirittura in carcere per nove mesi con l’accusa di lesa maestà. Sarà Guglielmo IV che, nel 1842, rimuovendolo dall’impiego, gli assegna una pensione e lo costringerà a riparare a Dresda dove, continuando la sua attività tra gli entusiasmi del pubblico, inizia a collaborare con Richard Wagner.

Nel 1850 fa ritorno a Maiolati e l’anno successivo, il 24 gennaio, muore all’età di 76 anni.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it