Senigalliese arrestato per spaccio di droga

Senigalliese arrestato per spaccio di droga. Un trentaduenne bloccato dai carabinieri

Senigalliese arrestato per spaccio di droga Senigalliese arrestato per spaccio di drogaSENIGALLIA – I carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno arrestato un trentaduenne senigalliese per spaccio e detenzione illegale di sostanze stupefacenti. Il giovane è stato trovato in possesso di 2 flaconi da 30ml ciascuno di metadone e circa 6 grammi di hashish.

La scorsa sera, i carabinieri del Nucleo Operativo, al termine di un periodo di osservazione, hanno bloccato il giovane all’interno della propria abitazione dopo che aveva ceduto un flacone di metadone ad un tossicodipendente del luogo, che sarà segnalato all’Ufficio Tossicodipendenze della Prefettura di Ancona per uso personale non terapeutico di sostanza stupefacente.

Da qualche giorno infatti erano stati osservati movimenti sospetti nella zona. Durante l’appostamento i Carabinieri hanno notato giungere nell’abitazione del giovane, in località Sant’Angelo a Senigallia, due persone note per essere tossicodipendenti. I Carabinieri hanno atteso che uscissero di casa e all’apertura della porta hanno fatto irruzione nell’appartamento bloccando i presenti.

Il trentaduenne aveva appena spacciato un flacone di metadone da 30 ml. Non è dato sapere il prezzo di vendita della droga per la mancata collaborazione degli acquirenti, tuttavia, nella disponibilità del trentaduenne è stata rinvenuta la somma di 620 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio e sottoposta a sequestro. Inoltre in casa, nel corso della perquisizione, è stato sequestrato un altro flacone da 30 ml di metadone identico a quello spacciato, un “tocco” di hashish di circa 6 grammi nonché diverse siringhe per insulina monouso alcune già utilizzate ed una pipa tipo “bong” con resti combusti di sostanza stupefacente. Pertanto al trentaduenne oltre allo spaccio è stato contestato anche il reato di agevolazione all’uso di sostanze stupefacenti avendo consentito ad altri nella propria abitazione di far uso di droga.

Dopo le formalità di rito, il giovane, dichiarato in stato di arresto, è stato accompagnato nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Questa mattina il Tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto e, procedendo con rito abbreviato, tenuto conto della riduzione di pena prevista dalla scelta del rito, ha condannato il senigalliese a 6 mesi di reclusione e 1.400 euro di multa.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it