Riprende al Centro Olimpico il progetto della Casa di Omero

Riprende al Centro Olimpico il progetto della Casa di Omero. L’iniziativa sportiva organizzata in collaborazione con il Tennistavolo Senigallia

Riprende al Centro Olimpico il progetto della Casa di OmeroRiprende al Centro Olimpico il progetto della Casa di Omero / SENIGALLIA – E’ giunto al quinto anno consecutivo il progetto sportivo che la Casa di Omero organizza in collaborazione con il Tennistavolo Senigallia. Fino a maggio, i giovani frequenteranno il Centro Olimpico seguendo le indicazioni della Prof.ssa Paola Crivellini (docente al Bettino Padovano della nostra città) che attraverso il gioco del pingpong seguirà un percorso volto ad accrescere le capacità di controllo neuromuscolare dei ragazzi: “E’ sorprendente la differenza – dice – tra chi ha frequentato sempre e chi si è avvicinato da poco. Non è soltanto una questione di familiarità con il gioco – continua la Prof.ssa Crivellini – ma di atteggiamento e questo non può che far piacere”.

I ragazzi all’inizio hanno manifestato difficoltà di controllo pallina/racchetta/tavolo ma soprattutto a relazionarsi tra loro da parti opposte del tavolo da gioco. Poi, un po’ alla volta, con l’aumentare della abilità è venuto anche il divertimento. La Casa di Omero (guidata da Federica Durazzi) svolge un’opera meritoria ed il Tennistavolo Senigallia appoggia e supporta volentieri questa bella esperienza che promuove lo sport in un ambito particolare. Visti i buoni risultati la Prof.ssa Crivellini è stata contattata anche da una realtà di Fano per riproporre qualcosa di simile in quella città.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it