Rilanciare il turismo collegando entroterra e costa

Rilanciare il turismo collegando entroterra e costa

Rilanciare il turismo collegando entroterra e costa. IL M5S di Mondolfo e Marotta ha incontrato gli operatori nel settore turistico

Rilanciare il turismo collegando entroterra e costa

MAROTTA – Proseguendo negli incontri a tema, il M5S Mondolfo Marotta ha organizzato una riunione dedicata al settore turistico, con la partecipazione del consigliere regionale M5S Piergiorgio Fabbri.

Viene posto subito l’accento sulle infrastrutture portanti nel territorio che si trovano in una situazione di grande difficoltà, dopo anni di immobilità da parte delle varie amministrazioni e inconsistenza delle minoranze per far fronte alle evidenti necessità di interventi che nel tempo si sono accumulati e non più rimandabili.

Alle annose problematiche della difesa della costa, degli scarichi a mare, e della mancata valorizzazione del centro storico, si sono aggiunti gli allarmanti allagamenti aggravati anche dalla tracimazione della rete fognaria a sistema misto, acque nere acque bianche, ereditata da Fano e che potrebbero mettere a rischio anche il mantenimento della bandiera blu.  Ovviamente, la necessità di pronti interventi strutturali importanti, costosi e non più posticipabili, devono essere affrontati immediatamente e coinvolgeranno qualsiasi squadra andrà a governare il comune dal Giugno 2016, soprattutto per garantire la sicurezza a chi vive nel territorio, e per rilanciare l’economia locale, non solo turistica.  Sintetizzando: non si può correre su un’autostrada con la bicicletta!

Dai vari interventi emerge la chiara richiesta di forti cambiamenti nella gestione della cosa pubblica, un necessario cambio di passo, un girare pagina, con nuove idee e progetti concreti, e, come solo il M5S può garantire, con nuove persone professionalmente qualificate che non abbiano avuto legami con un vetusto modo di fare politica.

Come possiamo ancora sperare che politici e/o i partiti che per decenni sono stati nella stanza dei bottoni e ci hanno consegnato l’attuale situazione, possano ora, d’incanto, trovare delle nuove soluzioni?    O come possiamo credere che liste civiche, seppur animate da giovani con buoni e sinceri propositi, ma infarcite di politicanti riciclati e/o emergenti in odore di carriera, possano da sole, senza un reale appoggio e supporto regionale, statale e/o europeo garantire un futuro diverso, se, anche in questi ultimi giorni, non nascondono contrasti da “riunioni condominiali”, o lanciano campagne elettorali ancora all’ombra di antiche divisioni campanilistico-territoriali quando, la chiusura delle province, ci proietta verso le Macroregioni e la possibile divisione delle Marche in 28 grandi comuni?

Il consigliere regionale Piergiorgio Fabbri, allarga il discorso alla regione, con numeri alla mano, alludendo al paradosso fra gli innumerevoli e dispersivi progetti pre-esistenti “sulla carta”  e la mancanza dei relativi finanziamenti, peraltro necessari, ma inesistenti, soprattutto per le reali priorità regionali, come, per esempio, per rinnovare le migliaia di km di tubazioni vetuste degli acquedotti marchigiani e per mettere a norma diversi sistemi di depurazione, per i quali la Regione Marche è incorsa nell’infrazione Europea.  Ora il M5S, all’interno dell’istituzione regionale, può comunque meglio vigilare e fare in modo che le istanze ed esigenze di cittadini e imprenditori, che scaturiscono anche da queste preziose riunioni settoriali, possano trovare spazio e concretezza nelle future scelte strategiche.

A proposito di finanziamenti europei viene apprezzato l’intervento, seppur registrato in giornata da Bruxelles, della Europarlamentare Laura Agea, portavoce del M5S, eletta nell’Italia centrale e membro della commissione lavoro e affari sociali in Europa, con cui viene annunciato un prossimo incontro che il M5S Mondolfo Marotta sta organizzando, con l’imprenditoria locale, per il 30 Marzo a Marotta riguardante proprio i finanziamenti europei,  in totale circa 1000 Miliardi di Euro in sette anni.

C’è anche il tempo per un breve scambio di opinioni con un concittadino, attualmente in trasferta in Europa e che conduce una attività estiva a Marotta, interessato a seguire la riunione via skype;  non sfugge il suo ripetuto invito a tutti gli operatori del settore turistico, perché si giunga ad una “collaborazione allargata”, mentre, fino ad oggi, è prevalso l’individualismo,  grazie al quale si è potuti “sopravvivere”, ma che risulta insufficiente per affrontare le sfide future che hanno già iniziato a manifestarsi negli ultimi anni.   Proprio su questo argomento si fonda uno dei cardini riguardante il settore turistico del M5S Mondolfo Marotta, e cioè l’istituzione di una “consulta permanente del turismo” dove gli operatori tutti, possano collaborare proficuamente con l’amministrazione pubblica e supportati nella programmazione di nuove idee, progetti, promozioni e valorizzazione delle tante eccellenze locali.

Durante la riunione vengono anche riportate varie osservazioni, fra le quali, la necessità di una maggiore cura della manutenzione urbana ordinaria e straordinaria, il pressoché abbandono della zona balneare nella bassa stagione, la mancanza o la difficoltosa individuazione del nome Marotta nei principali siti internet istituzionali,  l’obsolescenza di alcuni alberghi.

Vengono poi abbozzate diverse idee, che dovranno essere vagliate, come per esempio: iniziative per collegare la “miniera” dell’entroterra al naturale “appeal” della costa, il prolungamento della stagione turistica, bandi atti a garantire la manutenzione di spiagge libere, un parco attrezzato, una pista ciclabile, un porticciolo turistico, la riorganizzazione dei parcheggi sul lungomare, lo spostamento sulla spiaggia libera dei tamerici per meglio fruire del passeggio sul lungomare, la distribuzione di ticket per assaggi di tipicità locali nei vari ristoranti e bar, una collaborazione con altri eventi estivi invernali di Senigallia, Fano e entroterra, l’incentivazione di manifestazioni della gastronomia tipica rurale, il borgo diffuso, il borgo della salute, e tante altre, senza dimenticare la progettazione di una soluzione più appropriata a seguito dell’eventuale e prospettata soppressione del passaggio a livello delle FFSS.

Il M5S Mondolfo Marotta continuerà nella propria attività di incontri settimanali, con i cittadini e associazioni per costruire insieme un programma elettorale condiviso in vista delle elezioni amministrative 2016.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it