Marotta, iniziano i lavori per la messa a norma del Palazzetto dello sport

Marotta, iniziano i lavori per la messa a norma del Palazzetto dello sport. Il consigliere comunale Nicola Barbieri riepiloga sette anni di battaglie fatte insieme ai cittadini

Marotta, iniziano i lavori per la messa a norma del Palazzetto dello sportMAROTTA – “Finalmente dopo 7 anni di attesa l’Amministrazione comunale ha deciso di dare il via libera ai lavori per la messa a norma del palazzetto dello sport di Marotta che attualmente risulta agibile per un numero massimo di sole 99 persone.”

Ad intervenire è il Consigliere comunale Nicola Barbieri che riporta alla memoria le battaglie fatte in questi anni assieme ai cittadini, alle associazioni e ai componenti del gruppo di lavoro “progetto comune”.

“Da anni le associazioni sportive avevano evidenziato questa problematica ma purtroppo l’Amministrazione comunale aveva fatto fino adesso orecchie da mercante. Da parte nostra abbiamo cercato di spronare il più possibile la Giunta comunale a trovare una soluzione per questo grave problema. Ricordo i diversi ordini del giorno presentati assieme ad alcuni Consiglieri di maggioranza e votati all’unanimità dal Consiglio comunale, ma anche la raccolta firme che abbiamo organizzato assieme ad alcuni cittadini ed alcune associazioni sportive che ci hanno permesso di presentare in Comune ben 800 firme!”

Marotta, iniziano i lavori per la messa a norma del Palazzetto dello sport“Ora possiamo dire di essere soddisfatti per aver raggiunto questo risultato e di aver convinto l’Amministrazione comunale a prendere finalmente una decisione, perché come abbiamo sempre ripetuto fino alla sfinimento: un palazzetto funzionante permette una buona pratica dello sport e la sua promozione consente occupazione a quanti collaborano all’interno delle associazioni, genera benessere per tutte le fasce d’età e porta benefici all’economia visto che gli eventi sportivi spostano un gran numero di persone.”

“Ci rammarica solamente che dopo anni di promesse la Giunta comunale ha aspettato, come abbiamo sempre evidenziato, che si avvicinassero le elezioni ai fini della campagna elettorale. Sicuramente c’era la possibilità di risolvere prima questa problematica ma purtroppo in questi 7 anni gli interessi elettorali hanno prevalso su un problema così importante per i cittadini e le associazioni sportive”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it