Cristini a Bruxelles per valutare il protocollo del saper vivere

Cristini a Bruxelles per valutare il protocollo del saper vivere. Unico marchigiano accreditato tra i cerimonialisti italiani

Cristini a Bruxelles per valutare il protocollo del saper vivere

BRUXELLES – Giuseppe Cristini è volato a Bruxelles in vista al Parlamento Europeo con i cerimonialisti italiani per studiare e valutare il valore  del  protocollo internazionale. Unico marchigiano accreditato tra i 15 italiani ricevuti, ha visitato prima  le sale del Consiglio Europeo e poi ha seguito direttamente i lavori  nella grande aula del Parlamento Europeo. I temi delle giornate “Il Servizio di Protocollo del Consiglio dell’Unione Europea” sono stati raccontati da Eric Thoraval del Segretariato Generale del Consiglio dell’Unione Europea.

“Temi fondamentali nelle Istituzioni Europee e mondiali – dice il narratore del gusto Giuseppe Cristini – ma poco noti in Italia; regole  ed  arti del ricevere e del saper vivere che aiutano a capire come diventare un perfetto professionista quando accogli Capi di Stato e  autorità sia politiche che militari e come ci si deve porre quando si viene accolti in qualità di ospiti illustri e ragguardevoli. Una professione nuova e bellissima che non può prescindere da parametri  e finezze che si imparano negli anni come la classe nel porsi, lo  stile della persona, eleganza nelle movenze e nel timbro di voce, la  raffinatezza e il dinamismo mentale, oltre all’autorevolezza che ti deriva dalla competenza, che riesci a maturare in tanti anni di esperienza”.

L’Ancep, associazione dei Cerimonialisti Italiani, è l’unica Associazione che, in Italia, si occupa di cerimoniale e di rappresentanza istituzionale; fra i suoi scopi vi è quello di contribuire alla crescita professionale e alla definizione di un preciso profilo del cerimonialista, figura in grande ascesa. Il Ministero dello Sviluppo Economico, riconosce l’attività del cerimonialista  come una  professione alla quale  vengono riconosciute specifiche conoscenze, competenze e abilità.

La visita del Cavalier Giuseppe Cristini è proseguita nei giorni successivi con incontri specifici anche nella sede della Regione Marche  a Bruxelles ed è stato quantomai opportuno che un marchigiano sia volato in Europa per narrare la “bellezza” della nostra Regione e delle sue tante peculiarità. (eg)

Nelle foto: Giuseppe Cristini a Bruxelles, nella sede del Parlamento europeo

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it