Corso diurno e serale al Battisti di Fano

Corso diurno e serale al Battisti di Fano. Le attività: informatica e droni, legalità, progetto fablab, erasmus

Corso diurno e serale al Battisti di FanoFANO – Come fa una scuola pubblica ad avere successo nell’universo variegato della formazione? Mettendo in campo il proprio calibro, le proprie tante e buone qualità nell’organizzazione e nell’offerta didattica. E’ ciò che ha fatto l’Istituto Tecnico Economico e Turistico “C.Battisti” di Fano, fiore all’occhiello nel panorama dell’offerta formativa scolastica fanese.

Uno dei successi che distingue il “Battisti” è il Corso Serale. Un percorso sul quale impropriamente si sorvola: è invece anche dal Serale che si nota l’adeguamento dell’offerta didattica alle opportunità del mondo del lavoro e alle necessità dei futuri professionisti. Il Corso serale ha una lunga storia al “Battisti”: istituito tra gli anni ’80 e ’90, nel 1996 ha ricevuto una identità definitiva. Offre il diploma di Amministrazione-Finanze-Marketing agli iscritti che non sono in possesso di un diploma di scuola superiore. Lo coordina il Professor Luca Romagna, insegnante di Matematica, nell’impegno di organizzare la didattica e studiare possibili sviluppi in prospettiva occupazionale. Non è solo: con lui, a svolgere le materie in classe tanti altri insegnanti con specifiche esperienze nelle discipline che vengono impartite ponendo attenzione alla particolarità dell’utenza, differente da quella degli adolescenti.

Insomma, si guarda al fatto che chi si iscrive al serale ha motivazioni non meno importanti di quelle degli iscritti del diurno: «Tra i nostri studenti del Serale – spiega il Prof. Romagna- c’è chi durante il giorno lavora e di sera, a scuola, si impegna per ottenere il diploma in Ragioneria, chi, una volta ottenuto il diploma continuerà gli studi all’Università (com’è accaduto tante volte) e, infine, chi vuole rimettersi in gioco, anche oltre i 50 anni di età, per riprendere studi che ha dovuto interrompere. Tutti studenti adulti guidati da esigenze di miglioramento del proprio background culturale».

Il Corso Serale, per la cui frequenza bisogna aver compiuto i 18 anni di età, offre un Diploma identico a quello dei Corsi mattutini ai quali si affianca il Corso di Sistemi informatici aziendali e il Corso Turistico: «Da quest’anno il Serale è coordinato sul territorio dal CPIA (Centro per l’Istruzione degli Adulti) di Ancona –chiarisce Romagna- che organizza i corsi anche nella provincia di Pesaro-Urbino. Responsabile del Cpia è la professoressa Cuppini, preside all’Istituto tecnico industriale “Volterra” di Ancona».

Nei dettagli il Corso, che è gratuito, offre: 23 ore settimanali di lezioni in classe, dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 18.30 alle 22.40, durante le quali gli iscritti usufruiscono di servizi, strumenti e laboratori presenti al “Battisti”: 4 Laboratori ognuno dei quali con 30 postazioni computerizzate attrezzate di hardware e software aggiornati con le ultime versioni della tecnologia informatica: Windows 10 e Office 2016, per esempio. Inoltre, per quanto riguarda i corsi mattutini, la scuola offre 500 licenze gratuite agli studenti più meritevoli. Non manca naturalmente l’attrezzatura più all’avanguardia per ottenere la Patente europea ECDL: “La scuola – ci informa il professor Loris Penserini – è Test Center certificato AIDA (Agenzia per l’Informatica del Ministero dell’Istruzione) e dispone di 100 licenze gratuite per la preparazione e il superamento delle certificazioni ECDL». Riguardo, ancora, alle discipline informatiche, il “Battisti” sta sviluppando, insieme con il Comune di Fano, il “Progetto FabLab” per il quale –coordinato dal Prof. Penserini – si fa convergere un certo numero di studenti in Alternanza scuola/lavoro in progetti di interesse per il territorio.

Uno di questi progetti riguarda l’utilizzo di droni per l’ “agricoltura di precisione” e, cioè, per raccogliere, con il sorvolo del drone, dati riguardanti le colture per migliorarne la produttività. L’ITE “Battisti” è anche questo: istituzione che agisce per valorizzare le vocazioni del territorio e per dotare i propri iscritti – diurni e serali – di strumenti idonei ad affrontare la vita. In questa direzione anche il Progetto Legalità –coordinato dal professor Giorgi – per il quale la Classe III D è Classe Campione: un’esperienza che porterà gli studenti a conoscere le funzioni del Tribunale di Pesaro, del Carcere di Fossombrone e del Centro di recupero dalle tossicodipendenze “Comunità di San Patrignano” di Coriano. La classe-simbolo ha voluto dare un segnale di concreta consapevolezza rinnovando la propria aula: durante il sabato, giorno di sospensione dalle lezioni, gli studenti hanno tinteggiato di arancione i muri dell’aula, e degli infissi, curando anche la tinteggiatura dei termosifoni e la pulizia delle attrezzature interne, e apponendo, alla fine, la grande scritta “Legalità” su uno dei muri portanti.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it