Complanare, un’opera strategica per la mobilità di Senigallia

Complanare, un’opera strategica per la mobilità di Senigallia. La soddisfazione del sindaco Maurizio Mangialardi

Complanare, un’opera strategica per la mobilità di SenigalliaComplanare, un’opera strategica per la mobilità di Senigallia / SENIGALLIA – “Sono bastate due mezze giornate di chiusura per dimostrare quanto la Complanare sia strategica per la mobilità di Senigallia e per la qualità della vita dei cittadini. I disagi provocati dall’interdizione al traffico per poche ore – disagi che lo scorso anno neppure l’interruzione per cinque mesi della statale erano riusciti a causare – sono stati la cartina tornasole di come già oggi questa infrastruttura, ancor prima di essere completata e servendo volumi di traffico ben al di sotto del potenziale che avrà l’opera completa, abbia cambiato positivamente la viabilità cittadina e di come la rivoluzionerà una volta terminata, grazie allo spostamento del traffico, pesante e non, fuori dai centri abitati. Un grande risultato in termini di sicurezza, sostenibilità ambientale e miglioramento della qualità della circolazione”.

Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi sulla riapertura della Complanare dopo la chiusura dei giorni scorsi a causa dei lavori per lo sfalcio della vegetazione.

“Di fronte a tutto questo – continua il sindaco – credo non valga la pena ricordare le proteste, le “lenzuolate”, i professionisti da comitato, gli esperti tuttologhi che per mesi, forse anni, hanno sentenziato sull’inutilità dell’opera. Sono vicende che, in tutti i sensi, appartengono al passato, e a un modo di fare politica capace di scommettere esclusivamente sull’immobilismo. Ciò che oggi vogliamo fare, invece, è guardare al futuro. Il futuro di una città consapevole dei prestigiosi obiettivi già raggiunti, che ha saputo imporsi nella scena regionale e nazionale come modello in diversi campi, a partire dal settore turistico, ma che non si adagia sugli allori e sceglie l’impegno per migliorare costantemente i suoi servizi e la sua capacità di essere sempre più accogliente e in linea con le migliori esperienze europee.

“In tale ambito – conclude Mangialardi – rientra certamente il tema della viabilità e dell’ammodernamento infrastrutturale. Anche per questo, nella riunione della II commissione con l’ingegner Alberto Selleri di Autostrade per l’Italia, già convocata per lunedì 8 febbraio, andremo a fare il punto sulla prossima apertura della terza corsia dell’A14, i cui lavori sono stati recentemente completati, e sull’ultimazione della Complanare che dovrà avvenire in estate, con l’apertura del tratto che dal vecchio casello giungerà fino alla statale Adriatica, nei pressi della rotatoria del Ciarnin”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it