A Marzocca Convivio in versi, la voce dei poeti delle Marche

A Marzocca Convivio in versi, la voce dei poeti delle Marche: domenica Vincenzo Prediletto presenta l’antologia curata dal critico jesino Lorenzo Spurio

A Marzocca Convivio in versi, la voce dei poeti delle Marche

SENIGALLIA – Domenica a partire dalle ore 17:30 presso la Biblioteca Comunale “Luca Orciari” di Marzocca si terrà la presentazione al pubblico dell’antologia sulla poesia marchigiana in due volumi curata dal poeta e critico letterario jesino Lorenzo Spurio pubblicata nelle scorse settimane per i tipi di PoetiKanten Edizioni di Firenze.
In Convivio in versi, Spurio ha raccolto le esperienze poetiche di un gran numero di intellettuali che, nati o vissuti a stretto contatto con la Regione Marche, hanno prodotto una significativa attività poetica e letteraria. L’opera, divisa in due volumi di cui il primo contenente i poeti in lingua italiana ed il secondo i poeti in dialetto, prende in esame esponenti dell’intera Regione nati a partire dal 1850 sino ad oggi.
Nella nota introduttiva Spurio chiarifica l’intento di una operazione editoriale di questo tipo, ben sintetizzato dal sottotitolo stesso dell’opera che recita Mappatura democratica della poesia marchigiana. L’opera, per il suo evidente interesse locale e pregnanza all’interno degli studi di settore sulla poesia regionale l’opera ha ottenuto i Patrocini Morali dei Comuni di Pesaro, Urbino, Fano, Ancona, Senigallia, Jesi, Civitanova Marche, Fermo, Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto e della Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.
La serata di presentazione sarà condotta dal prof. Vincenzo Prediletto che presenterà i volumi e l’autore. Seguiranno le letture di testi poetici dall’antologia da parte dei poeti presenti all’evento e, nell’occasione, verrà proiettato un video in memoria della poetessa portorecanatese Novella Torregiani deceduta lo scorso anno.

A Marzocca Convivio in versi, la voce dei poeti delle MarcheVolume 1 – Poesia in lingua italiana
Pagine: 462
ISBN: 978-88-99325-30-5
Costo: 30 €
Numero di poeti antologizzati: 173
Un’antologia di poeti regionali presuppone da una parte un fascino incondizio¬nato verso la lettura, l’analisi e lo studio della poesia (e spesso di testi poco noti, ma non di scarso valore) e dall’altra un grande amore per la superficie geografi¬ca sulla quale si è deciso di focalizzarsi, in questo caso le Marche, dove sono nato e vivo. […] Dal poeta che è anche fine critico e si è occupato di storia della let¬teratura e che s’identifica con la cultura accademica, al poeta di provincia, delle piccole realtà comunali dove è anima populi e colora la toponomastica con i suoi versi scanzonati e domestici, al poeta-marinaio dei tanti piccoli porti del nostro litorale che “crea” in comunione con le acque negli squarci di riposo dalle ore di lavoro, sino al poeta contadino delle variegate valli che occupano la Regione, in quel colloquio intimo e serrato con la terra che cela un canto di meraviglia.
A Marzocca Convivio in versi, la voce dei poeti delle MarcheVolume 2 – Poesia in dialetto
Pagine: 280
ISBN: 978-88-99325-32-9
Costo: 20 €
Numero di poeti antologizzati: 113
Non esiste e non è mai esistito (dunque forse mai esisterà) un dialetto marchi¬giano, ossia un dialetto unico dal quale magari dipartano piccole differenze o va¬rianti ma che abbia una struttura di base univoca. […] Nella presente antologia trovano posto poesie di un gran numero di dialetti distanti tra loro, più o meno lontani dalla lingua italiana, motivo per il quale dette liriche sono accompagnate, a conclusione, della relativa traduzione per facilitarne la comprensione del testo a chiunque. Si spazia dall’urbinate (Germana Duca Ruggeri,…) allo jesino (Martin Calandra, Aurelio Longhi, Marco Bordini,…), all’anconetano (Palermo Giangia¬comi, Mario Panzini, Emilio Mercatili,…) al sambenedettese (Bice Piacentini Ri¬naldi), all’ascolano (Giuliana Piermarini) al civitanovese (Sandro Bella), passando anche attraverso numerose varietà indipendenti e tipicizzanti: il monsampietrino di Domenico Polimanti, il petriolese di Giovanni Ginobili, il portorecanatese di Novella Torregiani, il montignanese di Edda Baioni Iacussi e numerose altre.

Lorenzo Spurio (Jesi, 1985) si è laureato in Lingue e Letterature Moderne all’Università degli Studi di Perugia. Per la poesia ha pubblicato Neoplasie civili (2014) e Le acque depresse (2016). Ha curato varie antologie tra cui Risvegli: il pensiero e la coscienza. Tracciati lirici di impegno civile (2015). Per la narrativa ha pubblicato le raccolte di racconti Ritorno ad Ancona e altre storie (2012), La cucina arancione (2013) e L’opossum nell’armadio (2015). Quale critico si è occupato prevalentemente di letteratura straniera con una serie di saggi in volume sull’autore anglosassone Ian McEwan dedicando altresì uno studio sulla poesia italiana contemporanea: La parola di seta. Interviste ai poeti d’oggi (2015). Nel 2011 ha fondato la rivista online di letteratura «Euterpe», un aperiodico tematico di letteratura al quale collaborano poeti e scrittori da ogni parte d’Italia e con il quale organizza eventi culturali. È Presidente del Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi” di Jesi e Presidente di Giuria nei premi letterari “Città di Fermo” e “Città di Porto Recanati”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it